Contenuto sponsorizzato

Si stacca un masso e centra un'auto, grande spavento in Valle di Cembra

L'incidente è avvenuto poco dopo le 11 all'altezza dell'abitato di Mosana. Sul posto i vigili del fuoco volontari di Giovo e il corpo di Lavis, ambulanza e carabinieri. Il geologo sul posto per verificare lo stato della parete rocciosa

Pubblicato il - 19 December 2017 - 12:31

GIOVO. Grande paura nella tarda mattinata di oggi, poco dopo le 11, lungo la strada statale 612 in Valle di Cembra, quando una vettura è stata centrata in pieno da un masso, che si è staccato a causa delle piogge della scorsa settimana, ma soprattutto di gelo e disgelo di queste giornate.

 

La vettura stava regolarmente procedendo in direzione Lavis, quando circa 200 metri dopo l'abitato di Mosana, un masso tra i 7 e gli 8 chili si è staccato dalla parete rocciosa per colpire in pieno il parabrezza dell'Opel.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono subito portati i vigili del fuoco volontari di Giovo e il corpo di Lavis in supporto con pinze idrauliche, i carabinieri, il servizio gestione strade della Provincia e i soccorsi. Fortunatamente il conducente della vettura se l'è cavata con qualche livido e un bel po' di spavento, ma senza gravi conseguenze. 

 

La strada è attualmente transitabile al traffico veicolare, mentre sul luogo dell'incidente si sta portando il geologo per effettuare i rilievi e verificare lo stato della parete rocciosa per decidere l'eventuale chiusura della strada per consentire le manutenzioni del caso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 marzo - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato