Contenuto sponsorizzato

Valorizzazione del lago di Tovel attraverso i soldi della Provincia e le ''scelte coraggiose'' di limitare il traffico

Firmato ieri sera dall'assessore Gilmozzi un accordo tra Provincia Autonoma di Trento, Parco Nazionale Adamello Brenta e Comune di Ville d'Anaunia. "Area protetta sia opportunità di sviluppo e interlocutore all'interno della comunità"

Di db - 01 November 2017 - 15:45

TUENNO. "Il Parco è stato spesso considerato in contrasto con lo sviluppo, ma una nuova visione, che vuole costruire reti di soggetti capaci di gestire in modo diverso le aree protette, intende volgere l'idea di parco come opportunità di sviluppo e come interlocutore all'interno della comunità".

 

Lo ha detto l'assessore Mauro Gilmozzi a proposito del Parco Naturale Adamello Brenta ieri sera a Tuenno, poco prima di firmare il protocollo d'intesa teso a migliorare le strutture e i servizi per la gestione e la promozione del territorio e la razionalizzazione degli accesso al lago di Tovel.

 

"Mobilità, telefonia e manutenzione sono i punti salienti dell'accordo per la valorizzazione della Val di Tovel, un tesoro naturalistico unico e prezioso, che necessita di alcuni interventi mirati alla sua salvaguardia e riqualificazione e a far sì che la proposta culturale e ambientale del famoso lago rosso diventino un vero motore di sviluppo per il territorio e per tutto il Trentino".

 

Parole condivise anche da Joseph Masé, presidente del Parco Naturale Adamello Brenta e Francesco Facinelli, sindaco di Ville d'Anaunia, che con l'assessore hanno sottoscritto il protocollo. Alla serata hanno partecipato Claudio Ferrari del servizio Aree Protette della Pat, Gloria Concini, assessore del Comune di Ville d'Anaunia e Andrea Mustoni, ricercatore del Parco. 
 

Gilmozzi, nel suo intervento, ha poi ricordato alcuni punti importanti del nuovo bilancio della Provincia per la valorizzazione naturalistica e cioè il rilancio di Tovel, con un investimento di 1 milione di euro, il collegamento tra i rifugi nell'alta via dello Stelvio, tra Trentino, Alto Adige e Lombardia e il collegamento tra le reti di riserve della Valsugana e del Primiero (Translagorai).

 

Per quanto riguarda un punto nodale dell'accordo, quello della mobilità sostenibile, Mauro Gilmozzi ha incoraggiato a investire in soluzioni che non scendano a troppi compromessi. "Abbiate il coraggio di fare scelte che riducano il più possibile l'accesso delle macchine al lago, con calma e misura, ma con uno sforzo che punti a ripristinare la qualità dell'ambiente".

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19. 30 del 06 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 maggio - 17:24
Ecco i dati delle ultime 24 ore. Nelle categorie più mature troviamo 9 casi positivi in fascia 60-69 anni, 3 tra 70-79 anni e - dato [...]
Cronaca
07 maggio - 17:46
A finire nella bufera è stato l'assessore comunale di Varna, della Lega Nord, Ivan Maschi. Il commento indirizzato alla notizia di [...]
Cronaca
07 maggio - 16:27
Con l’Rt a 0.97 il Trentino rischia di finire in zona arancione, Fugatti conferma ma fa sapere che le Regioni hanno chiesto al Governo di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato