Contenuto sponsorizzato

Vende sigarette ai minori, tabaccaio nei guai, gli sospendono la licenza

I fatti risalgono alla primavera scorsa. Dopo gli approfondimenti e i ricorsi all'Agenzia delle dogante e dei monopoli e al Tribunale, la decisione diventa esecutiva: quindici giorni di stop e mille euro di multa per il tabaccaio, che si difende: "Siamo stati ingannati"

Di Luca Andreazza - 30 ottobre 2017 - 17:52

MOENA. Un tabacchino di Moena abbassa le saracinesche per 15 giorni, questo il provvedimento dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, che nella giornata di ieri ha sospeso la licenza dell'esercizio in questione e i titolare dovrà pagare una sanzione amministrativa di 1.000 euro.

 

I fatti risalgono al 6 marzo scorso, quando la polizia locale della Val di Fassa è intervenuta a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini. "Nei giorni precedenti il controllo - spiega Gianluca Ruggero, comandante della polizia - siamo passati in tutti i tabacchini per sensibilizzare gli esercenti riguardo questa tematica e far presente la disposizione voluta e promossa dalla Comun general de Fascia".

 

Dopo gli approfondimenti del caso, le forze dell'ordine in quell'occasione contestavano la vendita di sigarette a minori e provvedevano quindi a informare le autorità preposte. 

 

Nel frattempo tra ricorsi all'Agenzia delle dogane dei monopoli e al Tribunale si è arrivati a fine settembre, quando il Comune di Moena ha notificato l'atto di sospensione della licenza per quindici giorni a decorrere dal decimo giorno dopo la notifica del provvedimento.

 

Dopo otto mesi la sospensione diventa esecutiva e quindi l'esercente si trova costretto a chiudere l'attività per quindici giorni, inoltre anche il distributore elettronico posizionato all'esterno è stato disattivato.

 

In caso di recidiva, il titolare del tabacchino potrebbe rischiare il ritiro della licenza per la vendita di sigarette e tabacchi.

 

"Siamo dispiaciuti - spiega il titolare del tabacchino - ma siamo stati ingannati: il ragazzo aveva 17 anni e 8 mesi. Fisicamente inoltre è ben strutturato, essendo alto circa 2 metri. Abbiamo chiesto se fosse maggiorenne e ci ha risposto affermativamente. Purtroppo siamo stati ingannati e ci è stata sospesa la licenza. Inizialmente ha mentito sull'età anche alle forze dell'ordine, solo dopo i controlli è stato appurato che fosse un minore, seppur ancora per pochi mesi".

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 17 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 gennaio - 15:29
Il ristoratore bolzanino Pietro Candela è passato da condividere i post del complottismo più spinto, quelli che ''la verità non ce la dicono'', [...]
Cronaca
18 gennaio - 16:40
Sono diverse le segnalazioni che sono arrivate negli ultimi giorni e riguardano le zone del lago di Tenno, nella frazione di Ville del Monte e [...]
Cultura
18 gennaio - 13:23
L’album X2 del produttore Sick Luke conquista la classifica nazionale dalla sua uscita, il 7 gennaio scorso. Al suo interno sono raccolti brani [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato