Contenuto sponsorizzato

Il cane resta bloccato alla cascata del torrente, salvato dai vigili del fuoco

E' successo al torrente Maso. Mentre il proprietario era intanto a pescare, l'animale si è avventurato lungo la riva fino a rimanere bloccato tra sassi e corrente. Intervento delicato per la zona impervia d'azione

Pubblicato il - 22 settembre 2018 - 19:33

TELVE. Intervento particolare per vigili del fuoco di Telve e Saf, il nucleo speleo alpino fluviale dei pompieri permanenti di Trento, che nel tardo pomeriggio di oggi hanno portato in salvo un cane bloccato all'altezza di una cascata.

 

Il proprietario dell'animale si è recato al torrente Maso per pescare, un corso d'acqua molto gettonato per questa attività e che si sviluppa per circa 25 chilometri prima di affluire nel fiume Brenta e segna il confine tra i comuni di Scurelle, Telve, Carzano e Castelnuovo.

 

Mentre il padrone era intento a pescare, il cane si è allontanato per avventurarsi lungo le rive del torrente fino a raggiungere una cascata e nuotare tra alcuni massi che affiorano lungo il corso d'acqua.

 

A quel punto l'animale è rimasto però bloccato, non riuscendo più a far ritorno sulla riva

 

Immediato l'allarme lanciato dal padrone e sul posto si sono portati, come anticipato, i vigili del fuoco di Telve e il nucleo speleo alpino fluviale dei pompieri permanenti di Trento.

 

Un intervento delicato per la zona impervia, raggiunta dagli uomini dei soccorsi dopo alcune ore di cammino, e per la posizione dove il cane è rimasto bloccato, ma anche perché l'animale si mostrava decisamente spaventato

 

Alla fine l'intervento si è concluso positivamente, pompieri e Saf sono riusciti a calarsi lungo il torrente per raggiungere il cane, calmarlo e riportarlo sano e salvo tra le braccia del proprietario.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 20:41

L'intervento della Pat si articola in due fasi. Critiche anche Uil e Nursing up: "Ci chiediamo dove siano finiti i finanziamenti economici aggiuntivi che la Provincia ha ricevuto in marzo e maggio dal governo di Roma per sanità e contrattazione, per non parlare poi dei 20 milioni già stanziati nelle finanziarie provinciali per il nuovo contratto del pubblico impiego 2019/2021 e poi soppressi"

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato