Contenuto sponsorizzato

Investito dal treno, forse un migrante diretto al Brennero. E' in rianimazione, prognosi riservata

E' successo la scorsa notte all'altezza di Roncafort. Non aveva documenti. La linea è stata interrotta per più di un'ora e per i passeggeri del convoglio sono stati messi a disposizione pullman sostitutivi

Pubblicato il - 22 luglio 2018 - 12:27

TRENTO. Ora è in prognosi riservata nell'ospedale di Trento e nella notte è stato operato per le numerose fratture. Si tratta di un uomo di origine africana tra i 30 e i 40 anni investito da un treno all'altezza di Roncafort. La sua identità è al momento sconosciuta: non aveva con sé documenti.

 

L'uomo è stato urtato dal convoglio partito da Trento poco prima delle 23, il Bologna-Bolzano. Le cause sono ancora in fase di accertamento: potrebbe trattarsi di un senzatetto che nei dintorni della massicciata cercava riparo in una struttura abbandonata oppure di un migrante che cercava di dirigersi verso il Brennero tentando di salire a bordo di un treno diretto a nord.

 

Dopo l'incidente la linea è rimasta interrotta per più di un'ora. Il treno è stato messo fuori servizio, i passeggeri sono stati portati a Trento e poi fatti proseguire con autobus sostitutivi. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato