Contenuto sponsorizzato

Mamma e due figlie escono di strada e precipitano per 30 metri ma le cinture le salvano

L'auto stava scendendo da Stenico verso Ponte Arche quando a causa del violento acquazzone ha perso aderenza e ad un tornante è uscito di strada

Foto ilDolomiti
Di Luca Andreazza e Luca Pianesi - 04 April 2018 - 17:19

PONTE ARCHE. Sono state salvate dalle cinture di sicurezza, nonostante i 30 metri di volo che hanno fatto uscendo di strada. A bordo del mezzo una signora di 44 anni e le due figlie una di 18 e l'altra di 13 anni. L'auto a bordo della quale si trovavano le tre stava scendendo da Stenico verso Ponte Arche lungo la strada provinciale 249 quando a causa del forte acquazzone che s'è abbattuto sulla zona, poco dopo le 15, ha perso il controllo ed è sbandata finendo fuori strada.

 

Il veicolo si trovava poco prima dell'Hotel Flora e stava affrontando un tornante ma, persa aderenza, è finito giù per la scarpata per una trentina di metri, tra alberi e rami che ne hanno attutito la caduta ma hanno provocato anche ulteriori sbalzi e capitomboli.

 

L'auto finisce fuori strada e precipita per 30 metri

L'auto si è accartocciata in più punti fermandosi a testa in giù ma all'arrivo dei soccorsi le tre stavano incredibilmente tutte bene. Le cinture di sicurezza avevano fatto il loro lavoro e preservando le passeggere e anche la mamma che ne è uscita praticamente incolume. Sul posto si sono portati i Vigili del fuoco di Stenico (che hanno agganciato il mezzo per evitare che scivolasse ancor più a valle), i carabinieri, la polizia locale delle Giudicare e l'elisoccorso che ha portato mamma e figlie al Santa Chiara di Trento, fortunatamente, tutte in buone condizioni. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato