Contenuto sponsorizzato

Otto milioni di euro per l'edilizia sanitaria. Rossi: "Poi siamo noi quelli che tagliano sulla sanità"

La Giunta provinciale ha stanziato le risorse per la Casa della salute di Ala, la ristrutturazione del secondo piano del palazzo Le Palme di Arco e per alcune opere minori al Santa Chiara e a Villa Igea

Di db - 27 aprile 2018 - 13:32

TRENTO. "Lo sapete vero che la Provincia taglia sugli ospedali? Che riduce tutti i servizi, lo sapete?". Usa l'ironia il governatore Ugo Rossi per annunciare lo stanziamento di 8 milioni di euro per l'edilizia sanitaria in Trentino. "Soldi che ricadono soltanto in minima parte sul centro ma proprio sulla periferia", chiosa Rossi per rispondere ai detrattori che lo accusano di scarso impegno sulle valli.

 

La Giunta provinciale, su indicazione dell'assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni, ha assegnato all'Apss, in base al Piano per l'edilizia sanitaria, le risorse per la Casa della salute di Ala, la ristrutturazione del secondo piano del palazzo Le Palme di Arco, nonché per alcune opere minori, funzionali alla sicurezza e alla prevenzione antincendio.

 

Vediamo ora nei dettagli gli interventi che saranno finanziati. Per il palazzo Le Palme di Arco il progetto prevede un intervento di ristrutturazione dell'ala est del secondo piano del fabbricato, di proprietà dell'Apss, con ridistribuzione degli spazi interni per realizzare un'area adatta ad ospitare la comunità alloggio di tipo residenziale gestita da Anffas.

 

La comunità alloggio è composta da 12 persone con disabilità e da due assistenti o volontari; nelle ore serali e nei giorni festivi la struttura è frequentata anche dai familiari degli ospiti. Per rendere autonomo l'accesso alla nuova area residenziale, verrà realizzato un nuovo ingresso sul lato nord.

 

Nel dettaglio è prevista la realizzazione di 6 stanze a due letti con relativi servizi, uno spogliatoio con bagno per i dipendenti, una lavanderia/stireria, un soggiorno con bagno, un bagno clinico, un ulteriore bagno, una sala da pranzo e una cucina. In totale l'intervento è pari a 500.000 euro.

L'intervento Casa della Salute di Ala prevede di creare, nell'immobile un tempo destinato ad ospedale, una struttura territoriale nella quale realizzare forme di integrazione professionale, organizzativa ed operativa fra funzioni sanitarie, socio sanitarie e socio assistenziali.

 

Questa struttura, denominata Casa della Salute di Ala, dovrà essere riferimento anche dei servizi sanitari resi dai medici di medicina generale e dai medici di continuità assistenziale. Si prevede inoltre un modulo di 20 posti letto per persone non autosufficienti gestito dall’Apsp di Avio nonché il mantenimento del Servizio di Medicina Fisica e Riabilitazione, del Poliambulatorio specialistico e del Centro terapeutico della psichiatria.

 

L'importo dell'opera è pari a 3,4 milioni di euro, coperto per 2.900 mila euro sull'annualità 2016, mentre con questo provvedimento il finanziamento è stato integrato di ulteriori 500.000 euro a completamento dell'intervento.

 

Altre opere minori interesseranno l'ospedale Santa Chiara e Villa Igea. Sono previsti interventi di adeguamento funzionale ed antincendio, nonché per altri aspetti di sicurezza, per un totale di 2.630 mila euro per la messa a norma dei sistemi antincendio di ospedali e poliambulatori per 4.370 mila euro.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 10:25

Una decisione irrevocabile, non c'è spazio di contrattazione o ripensamenti. A far traboccare il vaso è stato il mancato sostegno da parte di alcuni componenti di maggioranza sulle modifiche al Prg. "Non ci interessa 'tirare a campare': non intendiamo tradire nessun elettore che ha riposto in noi e nella nostra coalizione la propria fiducia". Ora verrà nominato un commissario per traghettare il Comune a prossime elezioni

19 novembre - 05:01

C'è voluta una richiesta di accesso agli atti dell'ex assessore Michele Dallapiccola per avere quelle conferme in più, che la Provincia fin dal primo momento non ha voluto comunicare: "Da veterinario alcuni aspetti nella relazione non mi convincono: farò delle interrogazioni". Intanto sulla vicenda è silenzio da piazza Dante

19 novembre - 08:27

Tantissimi i "Grazie" arrivati in questi giorni sia in Trentino che in Alto Adige per il lavoro che stanno portando avanti da ormai tre giorni senza sosta i vigili del fuoco 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato