Contenuto sponsorizzato

Resta schiacciato dal trattore, muore Bruno Bonora

E' successo in località Piscolo a Ceole. Tra le ipotesi una manovra errata oppure un malore. Vani i tentativi di rianimare l'86enne

Pubblicato il - 02 ottobre 2018 - 17:09

ARCO. E' Bruno Bonora, l'86enne vittima del tragico incidente. L'uomo è rimasto schiacciato dal trattore intorno alle 14.30 in località Piscolo ad Arco.

 

Le cause dell'incidente è ancora al vaglio delle autorità, l'86enne di Ceole potrebbe aver valutato male la traiettoria della curva oppure potrebbe aver accusato un malore.

 

La dinamica vede comunque perdere il controllo del mezzo agricolo in curva all'altezza dell'abitato di Ceola per sbattere contro un muretto e rovesciarsi in campagna

 

Un incidente che non ha lasciato scampo a Bonora, che è rimasto schiacciato dal trattore e ha perso conoscenza.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, Croce bianca e elicottero, oltre ai vigili del fuoco di Arco e ai carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

Le forze dell'ordine hanno subito messo in sicurezza l'area, mentre i pompieri sono intervenuti per liberare Bonora dalle lamiere.

 

Una volta estratto dall'abitacolo, il personale sanitario ha cercato di rianimare l'86enne, ma i tentativi e le manovre sono risultate vane. L'incidente si è rivelato fatale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato