Contenuto sponsorizzato

Trento, rubano una stecca di sigarette in tabaccheria ma uno dei responsabili viene bloccato e paga. Parapiglia in centro storico

E' successo nel primo pomeriggio di ieri. Uno dei giovani, dopo essere stato bloccato, ha chiesto scusa e pagato le sigarette

Pubblicato il - 25 febbraio 2018 - 08:38

TRENTO. Quattro giovani nel primo pomeriggio di ieri hanno tentato di rubare delle sigarette dopo essere entrati nell'edicola che si trova in via Garibaldi in pieno centro storico a Trento.

 

I giovani ladri, in gruppo, sono entrati in tabaccheria e mentre alcuni hanno tentato di distrarre i titolari, un altro è riuscito a prendere una stecca di sigarette per poi fuggire tutti assieme.

 

Il furto ha creato un vero e proprio parapiglia in centro storico visto che i titolari della tabaccheria si sono accorti immediatamente di quello che era successo e  hanno cercato di inseguire i ladri. Grazie anche all'aiuto di alcuni cittadini uno dei giovani durante la fuga è stato bloccato. Quest'ultimo dopo aver chiesto più volte scusa, ha messo mano al portafoglio e ha pagato le sigarette rubate.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 gennaio - 19:25

Siamo riusciti ad assistere alla commissione dopo l'esito di una votazione grazie all'ok di 5 consiglieri contro 2. All'interno si è parlato di Santa Chiara, di Lucio Gardin e della candidatura a sindaco di Trento di Divina. Si è parlato dei tagli delle risorse (-15%) e di feste vigiliane. Ecco cosa è successo

29 gennaio - 20:19

Francesca Businarolo esulta dopo che il governatore Zaia avrebbe chiesto di far ritirare la proposta di taglio del parco naturale addirittura del 18% della sua estensione. Una vittoria dei cittadini e delle 10.000 persone che hanno aderito alla camminata per fermare questa operazione

29 gennaio - 16:12

La decisione è arrivata ieri sera in consiglio comunale durante la discussione di una mozione presentata dal consigliere di Altra Trento a Sinistra Jacopo Zannini. Dall'ottobre del 2018 i richiedenti protezione internazionale, infatti, non possono più iscriversi all'anagrafe. Si attende anche la sentenza della Corte costituzionale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato