Contenuto sponsorizzato

Con il cane in spiaggia sul Garda: raffiche di multe per i turisti. Ma le aree disponibili restano poche

Una decina le sanzioni erogate per un esborso di circa 100 euro l'una. Nel frattempo la decisione del Tar del Lazio apre uno spiraglio per gli amici a quattro zampe, per il tribunale vietare l’accesso alle spiagge sarebbe una scelta “irragionevole e sproporzionata”

Di Tiziano Grottolo - 12 agosto 2019 - 15:31

TORBOLE SUL GARDA. L’ultimo intervento della polizia locale si è registrato nella spiaggetta tra le foci del Sarca e la spiaggia dell’hotel Lido Blu, luogo spesso frequentato dai padroni di cani locali e stranieri.

 

Qui i vigili hanno multato diversi turisti, sanzioni che se pagate subito comportano un esborso di 100 euro, sorpresi a passeggiare con i propri amici a quattro zampe mentre cercavano un po’ di refrigerio dalla calura di questi giorni.

 

In questo luogo vige il divieto di balneazione e proprio per questo viene spesso scelto dai padroni degli animali per non dare fastidio agli altri bagnanti delle spiagge vicine.

 

“Si tratta dell’ennesima retata – è la denuncia che tiene banco su alcuni gruppi Facebook cittadini – una tristezza vedere l’accanimento dei vigili a multare per 100 euro dei poveri turisti, che probabilmente ritenevano di trovarsi in una spiaggia dedicata agli animali domestici”.

 

La questione delle aree dedicate ai cani è un problema molto sentito nell’Alto Garda, infatti fra divieti, sanzioni e ordinanze non è facile districarsi nel groviglio burocratico e trovare il luogo adatto per passare un po’ di tempo con il proprio cane.

 

Dal 20 giugno al 10 settembre a Riva del Garda e dall'1 giugno al 15 settembre a Torbole e nella zona del Lido di Arco è consentito l'accesso alla sola passeggiata pedonale pavimentata che costeggia il lungolago ma non alla spiaggia.

 

Mentre le aree dedicate ai quadrupedi sono poche e le spiagge ancora meno (QUI la mappa completa). A Riva del Garda le aree cani sono tre: in via Sudermann, Monte Brione e Parco della Pace davanti stazione Autobus.

 

A Torbole c’è una spiaggia accessibile per cani al guinzaglio ma con divieto di balneazione in Lungolago Conca d’Oro direzione Malcesine. 

 

Ad Arco invece ci sono una bau beach fluviale e un’area cani lungo il Sarca nei pressi del campo sportivo di Arco.

 

Va leggermente meglio al Lago di Tenno e a Ledro, nel primo caso vige comunque il divieto su tutta la fascia lago dal 1 giugno al 30 settembre, mentre dal 1 ottobre al 31 maggio consentito accesso alla passeggiata ma comunque vietato il bagno. Qui però sul lato occidentale c’è una spiaggia per cani.

 

Infine in Valle di Ledro viene messa a disposizione degli amici a quattro zampe una spiaggia attrezzata in località Pur.

 

“Non so se i nostri amministratori, mi pare molto poco lungimiranti, si sono mai guardati attorno ma ormai una buona parte dei turisti viene sul Garda con il loro animale domestico – continua una residente esasperata dalla situazione – piuttosto che sanzionarli, rischiando che il prossimo anno cambino destinazione in favore di spiagge Pet friendly, sarebbe meglio adeguare nuove aree all’accoglienza dei nostri animali domestici”.

 

A dare qualche speranza in più ai padroni di cani è arrivata una sentenza del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentata da un’associazione animalista contro un’ordinanza emessa dal Comune di Latina che vietava l’accesso alle spiagge a qualunque tipo di animali per l’intera durata dell’intera stagione balneare.

 

Nella sentenza si legge che: “La scelta di vietare l'ingresso agli animali sulle spiagge destinate alla libera balneazione risulta irragionevole ed illogica, oltre che irrazionale e sproporzionata, anche alla luce delle viste indicazioni regionali”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 novembre - 13:25

Situazione difficile anche in Alto Adige, quasi tutti i passi sono stati chiusi per ragioni di sicurezza. Il grado di pericolosità per quanto riguarda le valanghe è stato portato al livello forte, il quarto su una scala di cinque. Dalle 21 di ieri sera l'autostrada del Brennero in direzione Nord, a partire da San Michele all'Adige, sarà percorribile lungo una sola corsia di marcia

15 novembre - 11:36

L'incidente è avvenuto questa mattina ed ha comportato alcuni problemi al traffico. Sul posto i vigili del fuoco, soccorsi sanitari e io carabinieri 

15 novembre - 08:13

La vicenda kafkiana di Andrea Zanettini, carabiniere in congedo, che dopo un grave infortunio alla schiena ha deciso di curarsi con la cannabis ma per questo gli è stata ritirata la patente. L’uomo si trova intrappolato da 3 anni in un labirinto fatto di burocrazia e stigma sociale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato