Contenuto sponsorizzato

Perde l'equilibrio e scivola per 200 metri, escursionista trasportato in codice rosso al Santa Chiara

L'allarme è arrivato pochi minuti dopo mezzogiorno. L'uomo, assieme alla moglie, stava facendo il percorso del Cristo Pensante quando è scivolato. Sul posto il soccorso alpino e i sanitari con l'elicottero

Pubblicato il - 02 luglio 2019 - 15:02

PRIMIERO. Momenti di paura quest'oggi attorno a mezzogiorno nella zona di passo Rolle per un uomo di 55 anni che è scivolato per circa 200 metri dal sentiero che stava percorrendo.

 

L'allarme al soccorso alpino è stato lanciato pochi minuti dopo le 12. L'uomo, assieme alla moglie, stava percorrendo il sentiero del Cristo Pensante quando, in prossimità di un ghiaione, ha perso l'equilibrio scivolando per circa 200 metri lungo la rampa che costeggiava il percorso.

 

Immediatamente è stato dato l'allarme e sul posto è intervenuto elisoccorso con i tecnici e i sanitari. L'uomo, dopo essere stato individuato e soccorso sul posto, è stato imbarellato ed elitrasportato all'ospedale Santa Chiara in codice rosso.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato