Contenuto sponsorizzato

Vede la pattuglia, nasconde qualcosa in bocca e scappa: trovato in possesso di ovuli termosaldati e 1.135 euro in contanti

E' successo a Bolzano dove un giovane è stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il ragazzo è stato trovato in possesso di tredici involucri di cocaina, cinque di eroina e ben tre cellulari usati che usava per mettersi in contatto con i clienti

Pubblicato il - 28 November 2019 - 16:22

BOLZANO. Grazie all'intensificazione dei controlli sul territorio in occasione dell’apertura dei Mercatini di Natale voluta dal Questore Mangini, anche con l’ausilio delle pattuglie di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, si sono ottenuti già i primi risultati con l'arresto di un pusher e l'espulsione, con accompagnamento alla frontiera, di due cittadini extracomunitari.

 

Durante i consueti controlli del territorio, all'altezza di via Perathoner, un 23enne della Sierra Leone è stato arrestato con l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane, infatti, alla vista della pattuglia pare aver assunto un atteggiamento sospetto. Avvicinato dai militari per l'identificazione, l'uomo si è dato però alla fuga nascondendo qualcosa in bocca. Fermato dopo una fuga di qualche metro, il giovane ha iniziato ad opporre una strenua e violenta resistenza. Dichiarato immediatamente in stato d'arresto, nella bocca sono stati rinvenuti alcuni involucri termosaldati contenenti, presumibilmente, sostanza stupefacente.

 

Accompagnato in Questura, l'uomo veniva trovato in possesso di tredici involucri di cocaina, cinque involucri di eroina, tre cellulari usati per mettersi in contatto con i clienti e denaro contante pari ad un importo di 1.135 euro in banconote di vario taglio. 

 

 

Il giovane sierraleonese aveva precedenti per droga e furto. Denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, l'uomo è stato condotto presso la locale Casa Circondariale in stato di arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. 

 

Sempre ieri la Questura di Bolzano ha dato esecuzione a due provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale adottati nei confronti di due cittadini extracomunitari. Si tratta di un cittadino albanese di 39 anni e di un cittadino serbo di 50. Il primo era stato arrestato due settimane fa dagli uomini della Squadra Mobile per detenzione di circa mezzo chilo di cocaina al casello di Bolzano Sud. Il secondo invece aveva a carico numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, nella fattispecie rapina e furto aggravato.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
19 ottobre - 13:37
Le date sono quelle dal 20 novembre 2021 al 9 gennaio 2022. Non cambiano le location delle casette: piazza Fiera e Battisti, mentre Santa Maria [...]
Cronaca
19 ottobre - 11:54
Gli anziani hanno presentato alcuni sintomi da raffreddamento e i test sono risultati positivi. Poi 2 infezioni trovate in un'altra casa di riposo. [...]
Cronaca
19 ottobre - 13:35
L'allerta è scattata all'incrocio di Spini di Gardolo. Un conducente ha imboccato la strada in contromano e si è schiantata frontalmente contro [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato