Contenuto sponsorizzato

Vuole finire in carcere e prende a martellate un bancomat ma arriva la beffa: per lui c'è ''solo'' la denuncia a piede libero

Il protagonista della vicenda è un senza fissa dimora italiano, il quale esasperato dalla vita in strada e con alle spalle una lunga storia di disagio psichico tra una comunità e l'altra. Un'azione messa in atto in pieno giorno e in pieno centro a Rovereto sotto gli sguardi stupiti di passanti, utenti e personale dell'ufficio postale

Pubblicato il - 10 September 2019 - 12:32

ROVERETO. Ha distrutto un bancomat a martellate in pieno giorno e in centro a Rovereto, ma non per mettere un segno un colpo, un 40enne voleva essere arrestato. Gli è però andata male, è stato solo denunciato.

 

Il protagonista della vicenda è un senza fissa dimora italiano, il quale esasperato dalla vita in strada e con alle spalle una lunga storia di disagio psichico tra una comunità e l'altra.

 

Ora si trova libero e dorme come può, così ha ideato un piano per trovare un luogo dove passare la notte.  Un'azione che avrebbe dovuto, secondo il 40enne, portarlo in prigione oppure in un ospedale psichiatrico.

 

Ecco allora che il senza fissa dimora si è armato di martello, ha messo nel mirino il bancomat dell'ufficio postale di corso Rosmini e intorno alle 15 ha iniziato a sfasciarlo sotto lo sguardo incredulo di passanti, utenti e personale

 

Il direttore dell'ufficio portale ha allertato i soccorsi, quindi si è precipitato fuori per fermarlo. Il 40enne, però, non è scappato, si è fermato per aspettare la pattuglia della polizia

 

Il senza fissa dimora è stato caricato in auto, quindi è stato accompagnato in commissariato. Presente anche il direttore della Poste della sede di Corso Rosmini per sporgere denuncia

 

Lì il racconto: l'uomo non ce l'ha fa più, esasperato dalla vita in strada, ha chiesto di essere trasferito in cella oppure in un ospedale psichiatrico, molto meglio che passare le notti all'addiaccio in ripari di fortuna.

 

Il 40enne però ha fatto male i conti. L'azione vale "solo" una denuncia a piede libero per danneggiamento aggravato. Un reato penale che comporta una condanna in tribunale, ma non sufficiente per finire in carcere. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
21 giugno - 09:32
Romano Nesler, presidente della Federazione associazioni apicoltori del Trentino: "La lotta alla Flavescenza dorata sulle vite ha tristi precedenti [...]
Cronaca
21 giugno - 06:01
L'avvocato di Milano ha lavorato al provvedimento depositato nel 2019 dalla senatrice trentina che ora chiederà di farlo ripartire: ''Non si [...]
Cronaca
20 giugno - 15:10
I residenti preoccupati hanno chiesto più volte l’intervento delle forze dell’ordine, ora la licenza del circolo privato è stata sospesa per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato