Contenuto sponsorizzato

Aggrediti dall'orso, Fabio e Christian Misseroni sono stati ricoverati in ospedale. Potrebbe trattarsi di un'orsa con i cuccioli

I due si trovavano lungo un sentiero del Monte Peller, in località Torosi. Feriti, sono riusciti a raggiungere l'auto che avevano parcheggiato nella zona del lago di Verdè e raggiungere l'ospedale da dove è stato poi dato l'allarme

Foto archivio
Pubblicato il - 23 giugno 2020 - 08:13

CLES. Sono Fabio e Christian Misseroni, padre e figlio, le due persone che ieri sera alle 18 sono state aggredite da un orso mentre stavano percorrendo un sentiero del Monte Peller, in località Torosi.

 

Secondo la prima ricostruzione fatta è il figlio che, ad un certo punto, si è trovato per primo a tu per tu con il plantigrado che è sbucato dalla boscaglia. Il giovane, colto di sorpresa è caduto ed è stato sormontato dall’animale che gli ha lasciato delle unghiate sulle gambe.

 

A quel punto, vedendo il figlio in pericolo, è stato il padre a reagire scagliando contro l'orso riportando la frattura di una gamba in più punti.

 

L'orso se ne è poi andato e i due sono riusciti a raggiungere l'auto che avevano lasciato al lago di Verdè da dove hai poi raggiunto l'ospedale di Cles per chiedere aiuto. Subito dopo è scattato l'allarme.

 

Immediatamente sono intervenuti i forestali che hanno raccolto le testimonianze e avviato i necessari accertamenti.

 

L'ipotesi, al momento, è che potrebbe essersi trattato di un esemplare femmina seguita dai propri cuccioli e che abbia reagito in questo modo per difenderli. Gli accertamenti ricostruire quello che è successo continueranno oggi.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

24 settembre - 18:12

Il giovane nigeriano ieri sera ne aveva già espulsi 21 ma da un secondo esame radiologico è risultato averne ancora è rimasto piantonato nel reparto di chirurgia, in attesa del processo per direttissima che si terrà non appena verrà dimesso dall'ospedale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato