Contenuto sponsorizzato

Colpito da malore in casa viene rianimato dai carabinieri, tenuto in vita fino all’arrivo dell’elisoccorso

I carabinieri avevano posizionato un posto di blocco proprio vicino all’abitazione, così hanno potuto precipitarsi in soccorso dell’uomo colpito da malore

Pubblicato il - 20 aprile 2020 - 10:19

SELVA DI PROGNO (VR). È successo nel comune di Selva di Progno a ridosso del confine con il Trentino, sull'estremità orientale della Lessinia, dove un uomo è stato colpito da un malore mentre si trovava all’interno della sua abitazione.

 

Immediatamente un parente dell’uomo si è precipitato in strada in cerca di aiuto. Il caso ha voluto che proprio vicino all’abitazione i carabinieri, impegnati nei controlli sugli spostamenti delle persone in ottemperanza alle norme di contrasto alla diffusione del coronavirus, avessero installato un posto di blocco.

 

I militari, compreso il momento di difficoltà, non ci hanno pensato un attimo e sono intervenuti nell’abitazione in cui era riverso a terra il 50enne in arresto cardiaco. Con l’aiuto dei famigliari i carabinieri sono riusciti a rianimare l’uomo, ristabilendo l’attività respiratoria sino all’arrivo dei sanitari che hanno elitrasportato il paziente all’ospedale di Verona Borgo Trento dov’è stato ricoverato in prognosi riservata.

 

“Un gesto – ricorda il comando provinciale dei carabinieri – reso possibile anche grazie al progetto “La fiamma per la vita” che, con la collaborazione dell’Associazione Italiana Soccorritori, istruisce i militari alle procedure di rianimazione e all’utilizzo dei defibrillatori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 09:39

Attorno alle 9 una densa colonna di fumo si è alzata da una casa. Le fiamme hanno avvolto il tetto di un'abitazione a Verla di Giovo, in Val di Cembra. Sul luogo diversi corpi dei vigili del fuoco per domare l'incendio

20 ottobre - 10:48

Danilo Fontana, classe 1946, si è spento dopo una lunga malattia, lascia moglie e tre figli. Il ricordo dell’Us Lavis: “Tutto il direttivo, i tesserati e il popolo rossoblù si stringono alla famiglia Fontana per la perdita del caro Danilo”

20 ottobre - 10:31

L’incidente è avvenuto alle 8e30, quando un giovane a bordo di una moto si è scontrato con un mezzo di Trentino trasporti. L’impatto è stato molto violento e il ragazzo è stato sbalzato sull’asfalto. Elitrasportato in codice rosso si trova ricoverato all’ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato