Contenuto sponsorizzato

Enorme incendio nella notte, un fienile avvolto dalle fiamme e distrutto. Oltre 180 vigili del fuoco al lavoro

I vigili del fuoco si sono messi al lavoro per limitare i danni agli edifici vicini. Le operazioni di spegnimento sono andate avanti tutta la notte 

Pubblicato il - 01 luglio 2020 - 08:11

BOLZANO. Hanno lavorato fino a notte fonda i vigili del fuoco per fermare le fiamme che hanno avvolto un edificio e un fienile a San Lugano in Alto Adige.

Sul posto sono arrivati oltre 180 vigili del fuoco da tutto il circondario per domare le fiamme. All'arrivo dei vigili la struttura agricola era già completamente avvolta dalle fiamme. Impossibile salvarla.

 

Dunque gli uomini si sono messi al lavoro per limitare i danni agli edifici vicini. Non si registrano per fortuna danni alle persone e salvi anche gli animali della stalla.

Sono proseguite per tutta la notte le operazioni dei vigili del fuoco per il completo spegnimento dell’incendio per la messa in sicurezza dell'area e lo smassamento del materiale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 11:41

Nella mattinata di giovedì 26 novembre si è tenuto un incontro tra il presidente della Provincia Maurizio Fugatti e i sindaci dei due Comuni dell'Altopiano di Pinè (entrambi "zona rossa") Francesco Fantini e Alessandro Santuari. Il primo cittadino di Bedollo: "Abbiamo ottenuto conferma che se entro lunedì la situazione si stabilizza al di sotto del 3% dei positivi, l'ordinanza di zona rossa non verrà rinnovata"

26 novembre - 12:03

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.104 tamponi e registrati 292 nuovi casi positivi, 11 decessi. Sono 280 persone ricoverate, 40 i pazienti in terapia intensiva

26 novembre - 10:19

I dati sono stati elaborati da Swg su un campione di circa un migliaio di persone. Nel nostro Paese sono in crescita i "complottisti" che credono in un virus diffuso da gruppi di potere, i "riduzionisti" che ritengono la situazione meno grave di come è rappresentata e i "resistenti", quelli che non vogliono vaccinarsi 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato