Contenuto sponsorizzato

Investito all'altezza delle strisce pedonali, paura a Trento. Sul posto due ambulanze

L'incidente è avvenuto intorno alle 18.45 all'incrocio tra via Lungadige Apuleio e via Doss Trento 

Pubblicato il - 11 febbraio 2020 - 19:22

TRENTO. Due ambulanze sul posto e polizia locale a fermare il traffico e ricostruire la dinamica dell'accaduto. Si tratta di un brutto investimento avvenuto intorno alle 18.45 a Trento. I fatti si sono svolti all'altezza dello svincolo tra Lungadige Marco Apuleio e via Doss Trento alle spalle della chiesa di Sant'Apolinnare.

 

Una persona stava attraversando la strada nella parte bassa dello svincolo, dalle prime ricostruzioni all'altezza delle strisce pedonali, quando è sopraggiunta una macchina che non è riuscita a fermarsi in tempo. L'impatto è stato attutito, comunque, dalla frenata dell'automobilista ma si è rivelato comunque molto importante.

 

 

Il pedone è stato sbalzato sul cofano e poi è caduto a terra sbattendo violentemente sull'asfalto. Subito le persone che si trovavano a passare in quel momento in via Lungadige Apuleio hanno compreso la gravità dell'accaduto e sono stati chiamati i soccorsi in codice rosso.

 

Sul posto sono arrivate due ambulanze e il personale sanitario è subito intervenuto sulla persona ancora a terra dolorante. Nel frattempo è arrivata anche la polizia locale che si è occupata di garantire la viabilità e di ricostruire la dinamica dell'accaduto. Il ferito è stato caricato in un'ambulanza per essere trasportato all'ospedale Santa Chiara. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 18:47

Ancora nulla di definito in Trentino rispetto al Dpcm comunicato in giornata dal presidente Giuseppe Conte. Il presidente Maurizio Fugatti: "Stiamo lavorando all'ordinanza. Pensiamo che se ci sono i protocolli per tenere bar e ristoranti aperti a pranzo, si possa chiudere dopo cena". Sulla didattica a distanza, invece, il Trentino tira dritto. "Il comitato scientifico ci ha detto che possiamo proseguire così"

25 ottobre - 14:02

Sarebbe stato un malore a portarsi via Nicola Bevilacqua di 36 anni. E' successo a Valdagno e l'uomo sarebbe stato colpito da un arresto cardiocircolatorio

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato