Contenuto sponsorizzato

Oltre 200 posti auto e una ciclopedonale collegata a Gocciadoro. Dopo mesi di lavoro, inaugurato il nuovo parcheggio del Santa Chiara

Il Comune di Trento ha dichiarato conclusi i lavori per la costruzione di un nuovo parcheggio accanto all'ospedale Santa Chiara. Oltre 200 i posti auto disponibili alla tariffa comunale, per un costo totale per supera il milione di euro

Pubblicato il - 14 luglio 2020 - 13:40

TRENTO. Si sono conclusi i lavori per la riqualificazione dell'area parcheggio dell'ospedale Santa Chiara di Trento. Dopo mesi di lavori, rallentati dall'emergenza Coronavirus e da alcuni imprevisti tecnici, la zona ha finalmente potuto riaprire al pubblico in forma completamente rinnovata e ampliata.

 

188 i posti auto, di cui 4 per disabili più altri 20 riservati agli operatori o ai lavoratori dell'Azienda sanitaria. Pochi metri di distanza, e nella zona della stazione del treno e dell'ingresso del parco sono disponibili altri 17 posti auto a disco orario, di cui 1 per disabili, 5 posti per le motociclette e una postazione del servizio bike-sharing e-motion.

 

La tariffa oraria nella parte a pagamento sarà così di 0,5 euro all'ora, pari a quella comunale su strada nell'area ospedaliera, con una tariffa massima giornaliera di euro 3. L'intervento, realizzato da Trentino mobilità, ha portato pertanto all'aumento di oltre 100 posti auto rispetto alla situazione precedente ai lavori e insieme alla riqualificazione dell'intera area, migliorata secondo il Comune del capoluogo sia dal punto di vista paesaggistico che architettonico.

 

Con il Parco di Gocciadoro, inoltre, è stato realizzato un nuovo collegamento ciclopedonale, ceduto al Comune. I lavori, iniziati nel giugno dello scorso anno, si concludono così grazie alle opere dell'associazione temporanea di impresa tra Zampedri Lorenzo (lavori stradali ed edili), Fratelli Dalcolmo (impianti irrigui) e Giacca costruzioni elettriche (impianti elettrici), per un importo di aggiudicazione dell'appalto di 915mila euro.

 

Il costo, a seguito della richiesta dell'Azienda sanitaria di demolire un edificio estendendo il parcheggio di 20 posti auto riservati ai lavoratori di Apss, è salito così di 134mila euro, coperti dalla stessa. La direzione dei lavori è stata svolta dall'architetto Mauro Facchini.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 giugno - 13:32
Nelle ultime ore si è fatta largo l’ipotesi di un incidente avvenuto nelle acque del lago di Garda con un motoscafo che avrebbe travolto la [...]
Società
20 giugno - 10:48
La ripresa degli spostamenti nel Vecchio continente passerà dall'entrata in vigore, il 1 luglio, del Green pass (Eu digital Covid certificate): [...]
Cronaca
20 giugno - 12:30
Il 44enne ha cercato in tutti i modi di sfuggire alle forze dell'ordine, scavalcando una fila di motorini parcheggiati a lato della strada e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato