Contenuto sponsorizzato

Perde il controllo dell'auto e si ribalta, paura per una mamma e una bimba di 4 anni

Complice il manto stradale bagnato la donna ha perso il controllo del mezzo finendo per ribaltarsi. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Dro, i soccorsi sanitari e le forze dell'ordine

Pubblicato il - 24 ottobre 2020 - 08:12

DRO. Una donna di 33 anni e un bimba di 4 anni sono rimaste vittime nelle serata di ieri di un grave incidente a Pietramurata.

 

E' successo attorno alle 20.30 in località isoletta sulla strada statale 45 bis al chilometro 130,500.

La donna, secondo una prima ricostruzione che dovrà poi essere confermata dalla forze dell'ordine, forse complice il manto stradale bagnato, ha perso il controllo della macchina su cui era a bordo anche la figlia. Il veicolo dopo aver sbandato si è capovolto.

 

Immediatamente è stato dato l'allarme e sul posto di sono portati i vigili del fuoco di Dro con due mezzi e 9 vigili coordinatati dal comandante e dal capo-plotone Silvio Pellegrini.

Per raddrizzare il veicolo sono stati usati dei cuscini di sollevamento in media pressione. La strada è stata chiusa per circa un'ora per permettere le operazioni di soccorso e di riprestino dell'area.

 

Fortunatamente la mamma e la bimba di 4 anni sono riuscite ad uscire dal mezzo senza ferite ma sono state comunque trasportate al Pronto soccorso per dei controlli.

Sul posto ad intervenire anche la radiomobile di Riva del Garda per i rilievi e il servizio strade della Pat assieme all'autosoccorso Tasin per la rimozione del veicolo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 18:28

Sono stati analizzati 740 tamponi, 176 i test risultati positivi. Molto alto il rapporto contagi/tamponi si attesta al 23,8%

30 novembre - 15:44

Da Roma arriva il via libera per procedere con la fase 2 per la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus dell'italiana Reithera. Tra il primo gruppo di volontari sani, tra 18 e 55 anni, che si sono sottoposti all'inoculazione c’è Mirian Fadelli: “Ho deciso di farlo perché credo fortemente nella scienza e nella medicina”

30 novembre - 12:55

Il Centro fondo alle Viote sul Bondone lavora e produce neve per aprire la stagione. Nicola Fruner, direttore della Scuola italiana: "E' ancora caldo in quota, ma le attività proseguono in modo continuo. Si punta sulle lezioni individuali e piccoli gruppi composti da familiari"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato