Contenuto sponsorizzato

Salta la precedenza e centra un'auto. Soccorsi in azione

E' successo intorno a mezzogiorno a Spiazzo all'altezza dell'incrocio tra Conad e Poli lungo la strada statale 239. In azione ambulanza, vigili del fuoco di zona e carabinieri

Pubblicato il - 18 febbraio 2020 - 19:28

SPIAZZO. Una mancata precedenza e si è verificato un incidente in val Rendena, una persona è stata trasportata in ospedale.

 

E' successo intorno a mezzogiorno a Spiazzo all'altezza dell'incrocio tra Conad e Poli lungo la strada statale 239.

 

Secondo le prime ricostruzioni, alla base dell'incidente ci sarebbe una mancata precedenza. Il conducente di un veicolo si è visto tagliare la strada all'ultimo e non ha potuto far nulla per evitare l'impatto.

 

A quel punto le vetture hanno fermato la propria corsa, una a ridosso di una recinzione e un'altra in mezzo alla carreggiata.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Spiazzo e carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario ha prestato le cure al ferito.

 

Fortunatamente le condizioni della persona rimasta coinvolta nell'incidente non è grave, anche se è stata trasportata all'ospedale di Tione per accertamenti.

 

Un'operazione comunque lunga, la viabilità è stata parzialmente chiusa per permettere l'intervento della macchina dei soccorsi, cure, rilievi e la rimozione dei mezzi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 04:01

È stato lo stesso Fugatti ad ammettere “che non è esclusa l’impugnazione del Governo” e ancora una volta il Trentino ha scelto la via più facile, ma meno sicura, per arrivare allo scontro con il Governo. Se per impugnare l’ordinanza dell’Alto Adige (appoggiata da una legge) servirebbe un lungo e complicato ricorso, per disinnescare quella trentina basta una pronuncia del Tar

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato