Contenuto sponsorizzato

Si schianta contro la roccia a bordo strada, un 31enne rimane incastrato tra le lamiere. Spaventoso incidente in val di Fiemme

L'allerta è scattata nella notte tra sabato 10 e domenica 11 ottobre a Predazzo. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanza, vigili del fuoco di zona e forze dell'ordine. Il 31enne trasferito in ospedale

Pubblicato il - 11 ottobre 2020 - 18:32

PREDAZZO. Tanta paura in val di Fiemme per un 31enne che si è schiantato in auto contro la roccia a bordo carreggiata.

 

L'allerta è scattata intorno alle 4 della notte tra sabato 10 e domenica 11 ottobre lungo la strada statale 48bis all'altezza del teleriscaldamento di Predazzo.


Il conducente della vettura ha perso il controllo del mezzo in uscita da una curva, forse tradito anche dal fondo stradale reso particolarmente viscido dalla pioggia battente.

 

A quel punto il mezzo ha iniziato a sbandare e la corsa dell'auto si è conclusa contro la roccia e il pendio a lato della strada: il veicolo si è praticamente distrutto e il giovane è rimasto incastrato tra le lamiere.


Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Predazzo e forze dell'ordine per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica. 

 

Le forze dell'ordine hanno isolato e messo in sicurezza l'area, mentre i pompieri hanno liberato il conducente con le pinze idrauliche.


Una volta estratto dalle lamiere, il 31enne è stato poi affidato alle cure del personale sanitario.

 

Il giovane è stato stabilizzato e immobilizzato, quindi è stato trasferito all'ospedale di Cavalese per accertamenti e approfondimenti. Fortunatamente solo tanta paura e diverse botte, ma il 31enne non sembra in pericolo di vita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

17 gennaio - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 gennaio - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato