Contenuto sponsorizzato

Trova un ordigno tra le radici di un albero mentre scava in giardino, allarme bomba in collina a Trento

Il residuato è stato trovato poco prima delle 20 di oggi, sabato 23 maggio, nel giardino di un edificio situato in collina. La macchina dei soccorsi ha blindato l'area, si procede alla messa in sicurezza in attesa dell'arrivo degli artificieri 

Pubblicato il - 23 maggio 2020 - 20:50

TRENTO. E' stata trovata una bomba, un ordigno bellico, in via Strada Stretta a Villazzano. Allertati gli artificieri sono pronti a mettersi in viaggio verso Trento. 

 

Il residuato è stato trovato poco prima delle 20 di oggi, sabato 23 maggio, nel giardino di un edificio situato in collina. 

Secondo le prime informazioni, il proprietario della casa era intento a eseguire alcuni lavori nel giardino della propria abitazione, quando nel momento di terminare l'estrazione della base di un alberto è arrivata la scoperta.

 

Nascosto tra le radici si è trovato davanti quello che sembra un mortaio inesploso. 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Villazzano e i permanenti di Trento, oltre alle forze dell'ordine.

 

L'area è completamente blindata, la macchina dei soccorsi predispone la completa messa in sicurezza della zona, mentre si è in attesa dell'arrivo degli artificieri da Bolzano, subito allertati per l'intervento, oppure delle unità dell'Esercito.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 05:01
C'è la pervicace assenza di trasparenza, questo nonostante le decine di richieste della stampa e addirittura le richieste in Consiglio provinciale di dati completi. Eccoli i dati completi e ufficiali certificati Apss dell'emergenza Covid in Trentino. Le settimane di novembre arrivano a toccare i 5 mila casi tra tamponi molecolari e test antigenici
26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato