Contenuto sponsorizzato

Borseggiatrici incastrate durante l'ennesimo furto in un supermercato. Arrestate due giovani di 24 e 28 anni

I carabinieri sono riusciti a cogliere le due borseggiatrici dal "lungo curriculum" sul fatto, mentre erano intente a rubare il portafogli ad una signora anziana, che aveva appoggiato la borsa sul carrello della spesa

Pubblicato il - 07 January 2021 - 14:48

CIVEZZANO. Due borseggiatrici dal "lungo curriculum criminale" sono state arrestate dai carabinieri di Civezzano.

 

Si tratta di due giovani G.Y. di 28 anni e C.E. di 24 anni, residenti a Trento, che nell’ultimo periodo avevano preso di mira i clienti di un supermercato di Civezzano.

 

Dopo numerose segnalazioni rivolte a quel punto vendita, i carabinieri sono entrati in azione con numerosi interventi di controllo, spesso in abiti borghesi. Le forze dell'ordine si sono anche concentrate sul passare al vaglio i filmati registrati dall’impianto di videosorveglianza.

 

Proprio durante uno di questi appostamenti, i carabinieri hanno identificato le due donne, che in quell'istante erano riuscire a prendere un portafogli dalla borsa riposta nel carrello di una anziana signora intenta a fare acquisti. L'oggetto è stato così recuperato dalle forze dell'ordine e restituito alla vittima del furto.

 

Si imputano 4 analoghi episodi alle due donne, avvenuti solo nei mesi di ottobre e novembre.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 05:01

Nell'arco di due settimane si dovrebbe completare la seconda fase di somministrazione nelle Rsa Trentine. Nei prossimi giorni è stato chiesto un tavolo con la Provincia per ridiscutere assieme i protocolli di sicurezza e consentire una riapertura graduale delle strutture consentendo anche un ritorno degli abbracci

26 January - 07:54

Ieri a parlare è stato lo zio del giovane indagato per l’omicidio dei genitori e l’occultamento dei cadaveri dichiarando che secondo lui "Sicuramente non è stato un allontanamento volontario o un incidente" e sulla possibilità che i due corpi siano nel fiume ha dichiarato che potrebbe essere anche un depistaggio 

25 January - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato