Contenuto sponsorizzato

Festeggiano il compleanno troppo rumorosamente e i vicini chiamano la polizia. Nell'appartamento c'era mezzo chilo di marijuana. Arrestato un 27enne

Un 27enne è stato arrestato a Bolzano con l'accusa di detenzione di droga ai fini dello spaccio. Stava festeggiando rumorosamente il proprio compleanno nell'appartamento dove scontava gli arresti domiciliari, quando gli agenti della polizia di Stato gli hanno bussato alla porta. In casa nascondeva oltre mezzo chilo di marijuana

Pubblicato il - 26 gennaio 2021 - 18:56

BOLZANO. La segnalazione da parte dei vicini, che avevano udito urla e schiamazzi, ha portato all'arresto di un 27enne, protagonista di un festino con 2 amici a base di marijuana. Per festeggiare il proprio compleanno, caduto nella giornata di lunedì, il giovane ha infatti invitato due amici a casa, dando avvio ai festeggiamenti.

 

I rumori molesti e il forte odore di marijuana hanno però attirato ben presto l'attenzione, con gli operatori della squadra volante di Bolzano che si recavano nella zona di piazza Matteotti per bussare alla casa del soggetto. Una volta aperto l'uscio, gli agenti venivano travolti dal fumo e dal pregnante odore della marijuana.

 

Nei locali dell'appartamento si trovavano 3 persone visibilmente alterate dall'uso di cannabinoidi, intente a cercare di nascondere, vanamente, le tracce della loro attività. Nella perquisizione, effettuata anche con l'ausilio di un'unità cinofila della guardia di finanza, venivano rinvenuti e sequestrati ben 531 grammi di marijuana, occultati in una borsa da donna.

 

Oltre alla droga, venivano sequestrati anche 2500 euro, provente dell'illecito commercio, e un bilancino di precisione utilizzato con ogni probabilità per confezionare le dosi. Il titolare dell'appartamento, un 27enne italiano già agli arresti domiciliari per reati inerenti agli stupefacenti, si è assunto la responsabilità ed è stato per questo condotto in arresto alla casa circondariale di Bolzano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 15:10

Il giovane, alla presenza dei suoi avvocati, ha ammesso le sue responsabilità in merito al decesso dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli.  La vicenda è iniziata il 4 gennaio scorso 

08 marzo - 12:27

L'analisi successiva dei fatti da parte delle forze dell'ordine ha lasciato emergere la brutale ipotesi, che tutto ciò sia stato determinato da un respingimento

08 marzo - 12:39

In Trentino sono 1.500 e vengono pagare 7 euro l’ora. Insieme alle loro colleghe e colleghi che puliscono uffici, mezzi di trasporto, scuole, spazi pubblici sono senza rinnovo del contratto da 8 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato