Contenuto sponsorizzato

Immigrazione clandestina e criminalità, operazione della Polizia a Trento: 4 persone espulse dal territorio italiano, arrestato un latitante

L'operazione in un condominio di Gardolo, nel corso delle procedure di espulsione, uno dei cittadini extracomunitari si è reso protagonista di atti di autolesionismo al fine di non essere espulso dall’Italia. Ma è stato prontamente bloccato dagli agenti 

Pubblicato il - 16 June 2021 - 15:50

TRENTO. Quattro persone con il permesso di soggiorno non regolare espulsi e arrestato un latitante. Operazione della Polizia di Stato nelle prime ore di quest'oggi in un condominio di Gardolo. L'intervento ha visto l'impegno della Polizia Locale e delle unità cinofile della Guardia di Finanza.

 

Si tratta di un condominio che si trova in via Soprasasso in località Gardolo, abitato per lo più da soggetti stranieri, tra cui anche cittadini extracomunitari, alcuni già in passato denunciati per furto e spaccio e pertanto sottoposti alla misura di prevenzione dell’avviso orale da parte dello stesso Questore di Trento, in quanto soggetti pericolosi per la sicurezza pubblica.

 

Nel corso della ricognizione del residence di Gardolo a ridosso della statale 12, che collega Trento con il confine austriaco attraverso il passo del Brennero, sono stati rinvenute anche alcune dosi di cocaina ed hashish, nonché denunciati due ventisettenni per detenzione di sostanza stupefacente.

Quattro cittadini tunisini non in regola con il permesso di soggiorno, a cui il Questore di Trento aveva già ordinato di lasciare il territorio nazionale, sono stati accompagnanti ai centri di prima accoglienza di Gorizia e Milano, in attesa di essere rimpatriati nei Paesi di origine.

 

Nel corso delle procedure di espulsione, uno dei cittadini extracomunitari si è reso protagonista di atti di autolesionismo al fine di non essere espulso dall’Italia. Ma è stato prontamente bloccato dagli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Locale di Trento, che hanno impedito potesse procurarsi ferite e lesioni letali per la propria incolumità.

 

Le attività di identificazione dei cittadini stranieri hanno portato anche all’individuazione, ed all’arresto, di un soggetto ventiseienne di nazionalità senegalese, resosi irreperibile all’indomani dell’ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Trento, perché dovrà scontare tre anni di detenzione in carcere per reati di droga.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
31 luglio - 16:18
Ad ufficializzare la decisione una nota del presidente Fugatti nella quale spiega di aver scelto il dirigente del Dipartimento salute per le sue [...]
Cronaca
31 luglio - 16:42
E' successo nella prima parte di questo pomeriggio. Si registrano anche ora diversi chilometri di rallentamenti e di code. Sul posto le forze [...]
Cronaca
31 luglio - 13:32
Sono 27 in tutto i casi riscontrati in Provincia di Bolzano nelle ultime 24 ore con zero decessi. I tamponi effettuati, tra molecolari e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato