Contenuto sponsorizzato

Dai ladri di scarpe a quelli di cibo: la polizia ferma 35 soggetti e sequestra 2 etti di sostanze stupefacenti

Il bilancio dell'attività della polizia di contrasto ad ogni forma illegalità messo a segno anche con l'aiuto della cittadinanza. Sei persone sono state fermate per furti nei negozi, bloccati all'ingresso dai commercianti

Pubblicato il - 29 November 2022 - 17:18

TRENTO. Ancora un furto di scarpe, dopo quello di qualche settimane fa avvenuto in Stazione e un altro in Piazza Venezia. Questa volta il colpo è stato messo a segno da tre minorenni ai danni di un coetaneo in via del Pozzo. Gli autori, però, sono stati subito rintracciati dalla polizia e arrestati dopo che un passante ha allertato la volante.

 

Continua l’attività di contrasto e prevenzione dei reati e di ogni forma di illegalità condotta della polizia di Stato sul territorio trentino e ancora una volta la collaborazione tra cittadini e forze dell'ordine si è rivelato un connubio vincente. 

 

Grazie a ciò, negli ultimi giorni è stato possibile deferire all’autorità giudiziaria 35 soggetti e sottoporre a sequestro 2 etti di sostanze stupefacenti riconducibili a tipo hashish, marjuana e cocaina. In particolare, tra i soggetti deferiti all’Autorità Giudiziaria, 8 sono stati ritenuti presunti responsabili del reato di furto perpetrato ai danni di diversi esercizi commerciali del centro cittadino. Tutti sono stati identificati grazie alla attività di indagine condotta da personale della Squadra Volanti.

 

Un primo intervento ha visto coinvolti due soggetti che, dopo avere nascosto alcuni generi alimentari all’interno delle proprie borse, facevano repentinamente perdere le loro tracce. Diramata la nota alla locale Sala Operativa, pattuglie impiegate nel controllo del territorio procedevano velocemente a ripercorrere le probabili strade in cui i due fuggitivi si erano dati verosimilmente alla fuga. Entrambi venivano subito individuati in una delle strade del centro storico. Si procedeva pertanto a perquisizione personale che dava esito positivo consentendo di ritrovare la merce illegalmente sottratta. Successiva attività di indagine e, in particolare, una perquisizione domiciliare, consentiva di denunciare uno di loro anche per ricettazione. All’interno della sua abitazione venivano ritrovati 105 chili di metalli riconducibile al rame.

 

Nello stesso arco temporale, la costante attività di controllo del territorio condotta da personale della Questura consentiva di trarre in arresto 6 soggetti di cui 4 per il reato di rapina consumata nel centro cittadino e  2 per furto.

Dei 4 rapinatori 3 erano i minorenni delle scarpe mentre un soggetto è stato arrestato poiché fingendo di possedere un’arma chiedeva l’incasso giornaliero di una banca. Quanto ai furti, invece, si tratta di condotte perpetrate all’interno di esercizi commerciali ove gli autori asportavano merce non pagata e venivano subito fermati nell’area antistante gli stessi mentre si davano alla fuga.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 22:07
A intervenire nelle ricerche i vigili del fuoco e i carabinieri. Presente anche l'ambulanza e il personale sanitario. Purtroppo un 70enne è [...]
Politica
26 gennaio - 20:50
Polemiche per l'allestimento della pista da sci di fondo tra piazza Duomo e via Belenzani per l'edizione numero 50 della Marcialonga. L'intervento [...]
Montagna
26 gennaio - 18:40
La cerimonia si è svolta ieri sera nella capitale: i soci della sezione Cai di Roma espulsi dopo l'emanazione delle Leggi razziali nel '38 sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato