Contenuto sponsorizzato

Chiede in prestito dei soldi e perde le scommesse, restituisce la somma tramite quanto comprato con la carta di credito della vittima

Le forze dell'ordine sono state allertate dopo che un collega di lavoro si è trovato solo 2 euro sul conto in banca. Sempre a Madonna di Campiglio denunciato un uomo ultrasessantenne per avere rubato un bene da 800 euro

Pubblicato il - 31 marzo 2017 - 18:55

MADONNA DI CAMPIGLIO. Due persone sono state deferite alla Procura della Repubblica per i reati di furto e uso illecito di carta di credito a Madonna di Campiglio.

 

Il primo episodio ha interessato un lavoratore stagionale di un albergo. L'uomo è riuscito per mesi ad utilizzare i codici della sua carta di credito del collega, con il quale divideva la stanza, per effettuare vari ordini di acquisto on line, ma anche su siti di scommesse.

 

L’autore, un cittadino moldavo di 23 anni, in Italia con mansioni di cameriere presso un hotel della località turistica, è riuscito così a comprare vestiti e oggetti tecnologici per un valore di mille euro. Non è tutto, in quanto l'ignaro collega non sapeva di contribuire al tentativo di arricchirsi dell’indagato, che ha effettuato diverse giocate, perdendo circa 500 euro. Per ottenere ulteriore liquidità, il cittadino moldavo ha chiesto inoltre prestiti ai colleghi, compreso il raggirato. Alla richiesta di restituzione dei soldi, il moldavo ha offerto in cambio alcuni beni acquistati on line proprio con i soldi delle vittime, riutilizzando la carta di credito.

 

L’indagato, che sui social network si fa chiamare 'Lupin', è finito sotto indagine dei carabinieri dopo la la denuncia di un colleghi che, controllando i propri movimenti bancari, si è ritrovato con un saldo di 2 euro. Le forze dell'ordine, eseguiti gli accertamenti sul sito di acquisti e su quello di scommesse, hanno impiegato poco tempo per individuare il colpevole e avviare una perquisizione che ha permesso di accertare la posizione dell'accusato. Il moldavo ha collaborato fin da subito, restituendo quanto acquistato illecitamente e impegnandosi a risarcire interamente il danno subito.

 

Una sorte simile è toccata ad un cittadino modenese ultrasessantenne, già noto alle forze dell'ordine. L'uomo è stato sorpreso in possesso di uno scalpello alle cinque del mattino e dopo una lunga indagine è stato riconosciuto quale responsabile di un furto di beni tecnologici, per un valore di 800 euro, commesso all’interno dell’hotel Palù nelle precedenti settimane.

 

La collaborazione dell'hotel si è dimostrata fondamentale, in quanto la struttura ha messo a disposizione le immagini della video sorveglianza e le testimonianze di alcuni dipendenti che hanno riconosciuto l’uomo. Per il cittadino modense, oltre alla denuncia, è scattata la richiesta di applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dai comuni di Pinzolo e Tre Ville.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 12:57
Per domani (mercoledì 8 dicembre) sono attesi disagi in tutta la Provincia di Bolzano per l'arrivo della neve nel fondovalle: previsti fino a 30 [...]
Politica
07 dicembre - 11:54
Incontro via remoto tra i tre governatori dell'Euregio. Dalla disamina di Fugatti è emerso che la maratona vaccinale sta andando abbastanza bene [...]
Cronaca
07 dicembre - 11:53
Difficile la situazione negli ospedali del territorio con 99 i ricoveri in area medica, poi 18 quelli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato