Contenuto sponsorizzato

Criminalità, domani l'incontro in piazza Duomo: “Vogliamo risposte chiare dal sindaco Andreatta”

I cittadini chiederanno un incontro con il sindaco di Trento per ribadire la necessità di nuovi interventi per contrastare il degrado e i vandalismi 

Di G.Fin - 23 gennaio 2017 - 14:02

TRENTO. “Vogliamo incontrare il sindaco per chiedere che l'Amministrazione agisca con pugno fermo contro il degrado e la microcriminalità”. Le parole sono di Paolo, un commerciante di Trento, che assieme ad altri ha promosso per domani sera alle ore 20, in piazza Duomo, un incontro con tutti i cittadini e i titolari di attività commerciali che si trovano ad affrontare quotidianamente i problemi legati alla delinquenza e al degrado.

 

L'iniziativa è stata diffusa con il passaparola e attraverso i social raccogliendo un centinaio di adesioni. L'obiettivo del gruppo di cittadini è quello di incontrare il sindaco Alessandro Andreatta che proprio domani sera sarà in Consiglio comunale fino alle 21.

 

“Da piazza Duomo – ci spiegano gli organizzatori – ci avvieremo in maniera tranquilla verso palazzo Thun, sede del Consiglio comunale, e chiederemo di incontrare il sindaco con una delegazione in consiglio oppure attenderemo che termini la seduta”.

 

Il Consiglio comunale che inizierà domani discuterà, fra le altre cose, anche di queste tematiche, dall'attivazione dei nuovi agenti antidegrado di Polizia locale alla presentazione della mozione formulata dal "Gruppo di lavoro per la sicurezza e la vivibilità in centro storico”. Temi che potrebbero, però, slittare nel seconda giornata di consiglio e cioè mercoledì.

 

Le questioni sul tavolo solo ormai sempre le solite che, però, fino ad oggi non sembrano essere state risolte. Il degrado in alcune zone della città, i furti che colpiscono non solo le abitazioni private ma anche le attività commerciali e i vandalismi sia in città che in periferia.

 

“Dal sindaco vogliamo delle risposte chiare perché siamo arrivati al punto – ci spiega Paolo, uno dei promotori dell'iniziativa – che le persone a Trento sono costrette a girare sempre  meno per strada perché hanno paura che gli succeda qualcosa, soprattutto in orari serali. Questo si sta riversano negativamente sulla città e sulle attività commerciali che accanto a questo devono far fronte economicamente ai furti e alle spaccate che sono sempre più frequenti”.

 

L'iniziativa, tengono a precisare gli organizzatori, non ha alcun colore politico ma è aperta a tutte quelle persone che hanno a cuore Trento. “Quello che organizziamo – spiegano – è un ritrovo popolare perché le situazioni che stiamo vivendo tutti non possono continuare”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 12:13

Al gestore del bar la sanzione di 400 euro perché ha violato le disposizioni che impongono di non poter ricevere alcun cliente dopo le ore 18 all’interno del locale.  I controlli messi in campo da una task force interforze, voluta dal Questore di Trento, composta da agenti della Polizia di Stato, della Polizia Locale di Trento e della Guardia di Finanza che ha passato al setaccio i locali pubblici della città

24 gennaio - 14:33

Preoccupa che questa variante possa ridurre l'efficacia del vaccino. Dopo che i primi casi sospetti di mutazione si sono verificati nel distretto di Kitzbühel, il Tirolo ha inviato mille campioni all'Agenzia nazionale della salute “Ages” per il sequenziamento

24 gennaio - 09:44

La vicenda è iniziata nell'agosto dello scorso anno quando la ragazza si è sentita poco bene. Secondo le verifiche portate avanti dai Nas le due tac fatte alla giovane non sono state lette correttamente 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato