Contenuto sponsorizzato

Crolla un controsoffitto alla scuola S. Anna di Gardolo. Gilmozzi "Potevano esserci conseguenze gravi"

Immediato l'intervento del Comune di Trento, Italo Gilmozzi: "Interverremo in tempi rapidi per rimettere in sicurezze le aule"

Di gf - 13 March 2017 - 18:34

TRENTO. “Se ci fossero stati degli alunni avrebbero potuto sicuramente farsi male”. Queste le parole dell'assessore comunale Italo Gilmozzi che nelle prime ore di questo pomeriggio si è recato, assieme ai tecnici comunali e al sindaco Alessandro Andreatta, presso la scuola primaria S. Anna di Gardolo dove nel fine settimana è caduto un controsoffitto.

 

Il fatto è accaduto in un'aula di laboratorio dove, per fortuna, essendo il fine settimana, non erano presenti persone.

 

I tecnici, prontamente allertati dal dirigente scolastico Stefano Kirchner, hanno già effettuato un sopralluogo. “Abbiamo visitato la scuola – ha spiegato l'assessore Gilmozzi – appena saputa la notizia e in tempi rapidi interverremo per rimettere in sicurezza la situazione”.

 

Per alcuni giorni una parte della scuola non sarà agibile per poter effettuare in modo sicuro ed efficiente i lavori nelle aule.

 

Per garantire la continuità dell'attività didattica gli alunni delle classi prime, seconde, terze, quarte saranno spostati nell'ala ovest per 15 - 20 giorni.

 

Per gli alunni delle classi quinte invece sono state predisposte due aule presso la scuola media Pedrolli. Un servizio di trasporto al mattino e al pomeriggio accompagnerà gli alunni delle due classi quinte dalla scuola S. Anna alla scuola Pedrolli, dove sarà garantito anche il servizio mensa. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 January - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato