Contenuto sponsorizzato

Furto nella palestra. I ladri si siedono e dopo aver bevuto una coca-cola scappano con la refurtiva

I proprietari della palestra Active di via Maccani si sono accorti del furto questa mattina. Spariti un pc e un mixer 

Di G. Fin - 01 aprile 2017 - 12:52

TRENTO. Brutta sorpresa questa mattina per i titolari della palestra Active di via Maccani. Nella notte, infatti, alcuni ladri sono riusciti ad entrare nella struttura dopo aver forzato il portoncino d'entrata.

 

Ad accorgersene è stato uno dei proprietari che arrivato questa mattina alle 7.15 ha immediatamente visto il portoncino divelto.

 

“Ieri sera – ci ha spiegato Mauro Buselli – abbiamo chiuso attorno alle 23 e la situazione era tranquilla. La zona non è molto trafficata”.

 

I ladri dopo essersi introdotti in palestra sono riusciti ad aprire, danneggiandola, la porta dell'ufficio da dove hanno preso un computer portatile. Dalla sala spinning, invece, è stato portato via il mixer.


Questo però non è bastato. I ladri, infatti, prima di andarsene si sono avvinati alle macchinette del caffè e delle bevande e dopo averle aperte, si sono seduti a bere.

 

“Abbiamo trovato – ci ha spiegato Buselli – tre sedie davanti alle macchinette e le lattine vuote. In 23 anni è la prima volta che accade una cosa simile”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato