Contenuto sponsorizzato

Guido Malossini, dopo 18 anni, lascia l'organizzazione delle Feste Vigiliane

L'edizione 2017 sarà organizzata dal Centro Servizi Santa Chiara.  Malossini: "Siamo riusciti a creare un evento di grande livello ma anch'io ho fatto il mio percorso ed è giusto riposarsi"

Di G.Fin - 01 dicembre 2016 - 12:20

TRENTO. Questa volta è ufficiale. Guido Malossini ha deciso di lasciare l'organizzazione delle Feste Vigiliane . “Ho rassegnato le mie dimissioni al sindaco di Trento, Alessandro Andreatta – ha spiegato il patron delle feste – perché dopo 18 anni anch'io ho fatto il mio percorso ed è giusto così”.

 

Guido Malossini è stato uno tra i principali fautori della crescita delle Feste Vigiliane, facendole diventare un evento addirittura internazionale. Sette giorni di festa che riescono a richiamate in città migliaia di persone.

 

Da sempre un modo per far conoscere importanti tradizioni trentine a partire dalla cena benedettina degli anni scorsi al focus sulla storia del Concilio di Trento che si è potuta riscoprire negli ultimi anni.

 

“Già nel 1983 – racconta Guido Malossini – avevo presentato una bozza dei festeggiamenti di san Vigilio con la zatterata. L'idea è immediatamente piaciuta e successivamente sono stato chiamato a gestire i festeggiamenti. Abbiamo costruito un evento davvero interessante e di alto livello”.

 

Non solo però tradizione ma anche tante novità che una dopo l'altra hanno caratterizzato le edizioni degli ultimi anni. Un mix unico che ha contribuito al successo dell'evento.

 

“Ringrazio la squadra di persone – ha affermato Malossini – che in questi anni mi ha accompagnato in questa bella avventura”.

 

E da chi sarà gestita la trentaquattresima edizione delle Feste Vigiliane? “Le feste – spiega Guido Malossini – verranno gestite dal Centro Servizi Culturali Santa Chiara. Io, invece, potrò riposarmi e andare in vacanza con i miei nipotini”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

26 novembre - 19:16

Il presidente ha fatto il punto sullo stato del contagio in Trentino spiegando che i dati sono buoni tranne quelli sulle ospedalizzazioni e le terapie intensive che sono in leggero peggioramento rispetto alla prossima settimana

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato