Contenuto sponsorizzato

Nascondeva un'arma clandestina nel deposito dell'hotel in cui lavorava. Denunciato

L'uomo, appassionato di caccia, aveva un fucile Beretta cal.12 con matricola abrasa e canna modificata che è stato dotato di silenziatore artigianale e cannocchiale per il tipico uso-caccia predatoria

Pubblicato il - 20 February 2017 - 09:26

LEVICO. Teneva l'arma nascosta nel deposito attrezzi di un “Grand Hotel” in cui lavorava.

 

E' stato denunciato dai carabinieri di Levico, per detenzione arma clandestina, un operaio valsuganotto di 47 anni, celibe ed incensurato e con la passione per la caccia.

 

Una passione che l'ha però portato a violare la legge risultando detentore di un fucile Beretta cal.12 con matricola abrasa e canna modificata che è stato dotato di silenziatore artigianale e cannocchiale per il tipico uso-caccia predatoria.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 16:55
L'A22 è stata riaperta da poco, le operazioni si sono rivelate lunghe per la necessità di pulire la sede dai numerosi detriti e rimuovere il [...]
Cronaca
19 aprile - 16:22
Sono stati analizzati 636 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 5 casi tra over 60 e 3 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare, ci sono [...]
Cronaca
19 aprile - 16:08
L'incidente è avvenuto tra l'uscita 6 per Trento Centro e la 7 per Campotrentino proprio sopra il ponte sull'Adige
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato