Contenuto sponsorizzato

Rischio meningite: controlli per i ragazzi di ritorno da Cracovia

Allestito all'ex Zuffo un posto di blocco sanitario dopo che una ragazza italiana è morta durante il viaggio di ritorno da Cracovia.

Di db - 03 August 2016 - 13:28

TRENTO. Brutto rientro quello dei 600 ragazzi trentini che hanno partecipato nei giorni scorsi alla Giornata Mondiale della gioventù. Dopo la morte di Susanna, la ragazza romana che all'altezza di Vienna, sulla strada del ritorno, è deceduta a causa della meningite, le autorità sanitarie hanno avviato subito i protocolli di contenimento dell'infezione.

 

Verso le tre del mattino i pullman provenienti da Cracovia sono stati accolti all'ex Zuffo e subito circondati da un cordone sanitario, per verificare la situazione a bordo dei mezzi e per valutare il tipo di intervento da mettere in atto. Seguendo con attenzione le indicazioni provenienti dal Ministero della Salute, i sanitari trentini, con l'ausilio di Trentino Emergenza e Croce Rossa, hanno deciso di non procedere con la profilassi per tutti, e nemmeno con il ricovero in strutture sanitarie. Solo le persone strettamente a contatto con la vittima dovranno procedere con l'assunzione profilattiìca di antibiotico, per gli altri non sarà necessario.

 

La morte di Susanna ha comunque generato, tra i giovani, un comprensibile allarme. Gli Psicologi per i popoli, presenti anch'essi nella notte, hanno potuto tranquillizzarli dal punto di vista sanitario ma soprattutto sostenerli per quanto riguarda lo sgomento e lo shock per aver perso, a soli 18 anni, una componente della delegazione italiana. Una ragazza che alcuni conoscevano, un ragazzo di Arco sembra aver avuto contatti diretti. 

 

La meningite, hanno ricordato i sanitari, è provocata da un batterio - il meningococco - che abitualmente abita il cavo orale di ogni individuo. La sua aggressività è sporadica e si manifesta di rado con la malattia. I sintomi sono febbre alta, dolore alla testa e rigidità al collo. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 January - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato