Contenuto sponsorizzato

Il Villaggio dei Bambini ha acceso le luci in piazza Dante

Piazza Dante sarà interamente dedicata ai bambini con una pista da pattinaggio e il villaggio di Babbo Natale. Stanchina: "Una scommessa per riprendersi una piazza meravigliosa"

Di Luca Andreazza - 26 novembre 2016 - 18:21

TRENTO. Questo pomeriggio il Villaggio dei Bambini in piazza Dante ha acceso le luci e messo in vestito bello per animare e divertire grandi e piccini.

 

 

Il Villaggio dei Bambini, allestito a cura di Flover, è il cuore dell'allestimento natalizio di piazza Dante, animata per i più piccoli fino al 6 gennaio per sognare e divertirsi con la fantasia, con giochi, animazione e laboratori creativi.

 

"Si tratta - spiega l'assessore Roberto Stanchina - dell'ennesima scommessa del Comune di Trento per riqualificare piazza Dante con l'aiuto delle famiglie, dei cittadini e delle forze dell'ordine. Una piazza meravigliosa per condividere alcuni momenti di gioia sotto le feste natalizie e aggiungere contenuti importanti per riprende uno spazio importante e eliminare i contenuti che non vogliamo. Un ringraziamento anche ai Servizi cultura, turismo e politiche sociali per le azioni messe in campo".

 

Alla scoperta del Villaggio dei Bambini

I piccoli, accompagnati da simpatici elfi, potranno incontrare Babbo Natale, consegnare la letterina dei loro desideri e scattare una foto ricordo dopo aver attraversato sei emozionanti stanze di giochi e trucchi. In questo caso l'ingresso del villaggio avrà un costo di 7 euro a persona con un gadget (un cappellino da elfo, un libretto e una foto ricordo con Babbo Natale, ndr). Per le famiglie (2 adulti e 2 bambini) il costo è di 25 euro con gadget. Per famiglie (2 adulti e 3 bambini) il costo è di 30 euro mentre per bambini al di sotto dei 24 mesi l'entrata è gratuita.

 

"La scelta - continua l'assessore - di far pagare il biglietto di ingresso è stata una decisione difficile e molto ponderata, ma abbiamo preferito aggiungere quel tocco di qualità per regalare ai bambini un'esperienza fatta di laboratori, giochi e divertimento, senza dimenticare alcuni gadget. Questa opzione ci ha permesso di investire sulla via del Gusto, sull'allestimento di piazza Santa Maria e altre iniziative. Questa scelta ha permesso inoltre a 30 ragazzi trentini di lavorare 45 giorni all'interno del Villaggio dei Bambini". 

 

Per gli appassionati del pattinaggio è stata invece installata una pista da ghiaccio, per i più piccoli ci sono i pony per un giro nelle vie del parco, per tutti la possibilità di una pausa ristoratrice nei due bistrot.

 

Il Villaggio dei Bambini e la pista di pattinaggio sono aperti da lunedì a venerdì dalle 15 alle 18.30, sabato e domenica dalle 10 alle 19.30, mentre da giovedì 8 a domenica 11 dicembre e dal 17 dicembre al 6 gennaio dalle 10 alle 19.30 (chiuso domenica 25 dicembre).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

28 novembre - 09:38

Ieri la Cassazione ha confermato la sentenza di primo grado con l'ergastolo a Vincenzo Virga ritenuto mandante dell'uccisione del giornalista ma è stato assolto Vito Mazzara

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato