Contenuto sponsorizzato
27/03/2022 - 17:03

IL VIDEO. A Kharkhiv i dipendenti del Comune sistemano sacchi di sabbia

Roma, 27 mar. (askanews) - I dipendenti del Comune di Kharkhiv sistemano sacchi di sabbia intorno ai monumenti della città per proteggerli dalle bombe russe: "Sono i simboli della storia della città", dicono. Si lavora attorno al monumento dell'Indipendenza inaugurato nel 2012, sei metri di altezza e otto di piedistallo per una donna alata; e alla statua del poeta Taras Shevchenko, pilastro della letteratura ucraina; eretta nel 1935, capolavoro del realismo socialista, ora sepolta dai sacchi di sabbia.Dice Ilona Kalashnikova, giardiniera comunale: "Sono i simboli della città. Le case si possono ricostruire ma i monumenti sono unici. Ora è più importante ripulire la città dopo tutto quello che è successo. Taglieremo gli alberi che sono stati colpiti Avremo molto lavoro, i fiori verranno l'anno prossimo".Aggiunge Olena Sanzherevska, altra giardiniera: "(La statua di Taras Shevchenko) ha una pallottola in testa, hanno cercato di colpirlo durante la seconda guerra mondiale, ma non è stato danneggiato. E ora nessuno sa cosa succederà... Cosa faranno i nostri 'fratelli'. Peccato".

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
23 giugno - 06:01
La giovane, dopo aver raggiunto con la madre e il fratello adolescente il padre in Belgio nel 2021, è stata costretta ad andarsene ed è arrivata [...]
Montagna
22 giugno - 20:00
Possibili tratti accidentati per la caduta di alberi e frane, in quota le insidie maggiori possono derivare dalla neve. Il presidente del Soccorso [...]
Cronaca
22 giugno - 18:58
L'incidente si è verificato verso le 16 in località Pur, in val di Ledro. La macchina si è ribaltata in mezzo alla carreggiata. Fortunatamente [...]
Contenuto sponsorizzato