Contenuto sponsorizzato
22/03/2022 - 19:03

IL VIDEO. Rabbia e tristezza in Corsica per la morte del "martire" Colonna

Roma, 22 mar. (askanews) - Fuori dalla prefettura ad Ajaccio uno striscione recita "Yvan martire della causa corsa". Il giorno dopo la morte del militante indipendentista corso, Yvan Colonna, condannato all'ergastolo per l'uccisione nel 1998 del prefetto francese Claude Erignac, e aggredito da un fondamentalista islamico nella prigione di Arles, nel sud della Francia, il 2 marzo scorso, gli abitanti della capitale della Corsica lo ritraggono come un eroe della lotta per l'indipendenza.La notizia della sua morte, avvenuta in ospedale in seguito alle ferite riportate, ha riacceso le tensioni sull'isola francese. "C'è rabbia e anche della tristezza - ha commentato a France Presse Antoine Soulas, studente di Ajaccio - bisogna lasciare alla famiglia il tempo del lutto. Ma c'è molta rabbia e tristezza". "C'è un appello alla violenza, quindi per il momento proviamo a temporeggiare, a rimanere calmi, proviamo a vedere cosa si può fare rimanendo piuttosto razionali - ha aggiunto - dobbiamo agire in modo intelligente". "La notte scorsa ho ricevuto una notifica sul mio telefonino - ha affermato a France Presse Philippine Boudard, commessa - quindi per forza, speriamo che le cose si svolgano nel modo più calmo possibile, come vuole la famiglia". "Il popolo corso è con lui con tutto il cuore - ha ricordato Christiane, pensionata - ma ora non sappiamo, aspettiamo, spero che si manterrà la calma, in ogni caso. Ma ora è il momento del lutto e della riflessione. Stiamo aspettando per il prossimo passo, speriamo che sia nella calma". "Era un corso, un patriota. Quello che ha fatto, non sappiamo se è stato lui o meno. Quindi, ecco, va bene, molta tristezza perché lo Stato ha agito male, credo. Molta tristezza nei nostri cuori e nei cuori del popolo corso", ha sottlineato Christiane. "Un po' di preoccupazione sulle conseguenze che ci saranno. Non sappiamo come i giovani reagiranno", ha spiegato l'insegnante di inglese France Battini. "Credo che Yvan Colonna rappresenti tutta la Corsica, è la lotta di tutto il popolo. Ma ancora una volta, oggi, la cosa più importante, è il momento del ricordo", ha concluso.FONTE IMMAGINI FRANCE PRESSE)

Contenuto sponsorizzato
Esteri
Archivio video
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
01 luglio - 22:47
L'Asat: "L'uso della mascherina Ffp2 è un dispositivo di tutela e prevenzione dal contagio e c'è una forte raccomandazione sulla base del [...]
Economia
02 luglio - 06:01
In quasi tutti i comuni del Trentino il prezzo degli affitti sta aumentando (nell’ultimo anno almeno del 7,14%), in particolare nel capoluogo [...]
Cronaca
02 luglio - 08:03
Il ritrovamento a Bolzano in un cantiere nel pomeriggio di ieri e sul posto si sono portati gli artificieri per capire come procedere per il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato