Contenuto sponsorizzato
17/05/2022 - 15:05

IL VIDEO. Ucraina, spiragli di normalità nella Kharkiv distrutta

Kharkiv, 17 mag. (askanews) - Due mesi fa c'era un inferno a Kharkiv, città del Nordest, la seconda più grande dell'Ucraina; ora il cuore della guerra e le truppe russe sono altrove, ma restano edifici in rovina e infrastrutture distrutte e molti residenti non sono ancora tornati. Una parvenza di vita normale è lontana ma ci si dà da fare per riparare ciò che si può, gli autobus hanno ripreso a passare e alcuni si sono dati appuntamento per ballare e assistere a un concerto."Lentamente ma inesorabilmente la vita sta migliorando. Vedo che è arrivata la primavera e la gente lascia i propri edifici, è ancora spaventoso ma è diventato più facile", racconta Vlada, cantante."A Kharkiv siamo ancora al lavoro, i nostri volontari e i nostri autisti girano ancora per accedere alle aree remote ma ora non è più pericoloso come un tempo - dice Denys Petrenko, volontario della Croce Rossa - ora è più o meno tranquillo, ma c'è ancora tensione. Di tanto in tanto possono accadere incidenti".Per ricostruire, però, ci vorrà tempo. "Penso che non ci vorrà solo un anno - sostiene Anatoliy Boutenko, esperto di restauro - più probabilmente due anni. La distruzione è ovunque ma bisogna anche considerare che alcuni di questi edifici sono monumenti architettonici. Dobbiamo fare tutto il possibile per restaurarli".A Kharkiv in tempo di pace c'erano 1,5 milioni di abitanti. Il sindaco non ha incoraggiato né dissuaso i residenti che non lo hanno ancora fatto dal tornare.

Contenuto sponsorizzato
Esteri
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
18 aprile - 20:41
Da Rovereto a San Martino, tante destinazioni con incrementi a doppia cifra. Il Garda (con Ledro, Comano e valle dei Laghi), la Val di Fassa e [...]
Società
18 aprile - 18:04
Il punto di Confesercenti Bolzano: "È molto difficile reperire personale, in particolare sotto i 40 anni. Ma non perché manchi la [...]
altra montagna
18 aprile - 12:00
In seguito alla pubblicazione di un documentario allarmista sulla situazione dell'area, i Campi Flegrei e il Vesuvio sono tornati ad occupare un [...]
Contenuto sponsorizzato