Contenuto sponsorizzato
20/02/2024 - 19:02

IL VIDEO. Gli Usa mettono veto a risoluzione Onu per un cessate il fuoco a Gaza

Nazioni Unite (New York), 20 feb. (askanews) - La risoluzione presentata dall'Algeria al Consiglio di sicurezza Onu per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza non è stata adottata per il veto posto dagli Stati Uniti. Il testo ha ottenuto 13 voti a favore. Il Regno Unito si è astenuto, gli Stati Uniti hanno posto il veto.Nel suo intervento prima del voto, l'ambasciatrice americana Linda Thomas-Greenfield ha ricordato l'impegno degli Stati Uniti per arrivare a un accordo sugli ostaggi detenuti da Hamas nella Striscia di Gaza, affermando che "qualsiasi azione adottata da questo Consiglio dovrebbe aiutare e non ostacolare questi delicati negoziati in corso"."Chiedere un cessate il fuoco immediato e incondizionato cessate il fuoco, senza un accordo che chiede ad Hamas il rilascio degli ostaggi, non porterà a una pace duratura - ha spiegato - potrebbe anzi prolungare le ostilità tra Hamas e Israele, la detenzione degli ostaggi e le sofferenze dei palestinesi". Per questo motivo, ha aggiunto, "questo non è il momento per questa risoluzione, che mette a repentaglio questi sforzi".L'ambasciatrice ha quindi aggiunto che gli Stati Uniti hanno messo a punto una diversa risoluzione per "un cessate il fuoco temporaneo non appena praticabile, basato sulla formula secondo cui tutti gli ostaggi devono essere rilasciati".

Contenuto sponsorizzato
Esteri
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 11:06
Ad essere predati alcuni capi di ovini e un'asina. Il sindaco di Rotzo Luciano Spagnolo: "Necessario trovare soluzioni condivise sia a livello [...]
Cronaca
20 aprile - 11:19
L'uomo alla guida del mezzo è stato denunciato perché si è rifiutato di sottoporsi ai controlli per verificare se stesse guidando sotto [...]
Cronaca
19 aprile - 16:47
Gli ultimi aggiornamenti al 15 di agosto 2023: aumentati di poco più di 300 unità i disoccupati in Provincia di Bolzano. L'assessora Amhof: [...]
Contenuto sponsorizzato