Contenuto sponsorizzato

In val di Fiemme sbarca il forest bathing: quattro i percorsi tra acqua, patriarchi, laghetto effimero e bosco dinamico per promuovere il benessere tra gli abeti rossi

La novità del "bagno nelle foreste" viene proposta dall'Azienda per il turismo val di Fiemme, Pinè e Cembra con la Magnifica comunità. I quattro sentieri individuati sono collegati tra loro e sono segnalati con il simbolo di una spirale rossa

Foto di Gaia Panozzo
Pubblicato il - 21 giugno 2022 - 11:42

VAL DI FIEMME. Una "immersione" nel bosco per un'esperienza che vuole incentivare e promuovere il benessere. In val di Fiemme sbarca il "forest bathing" con quattro percorsi con guida per rilassarsi e mettersi a contatto con la natura.

 

Dal 21 giugno al 13 settembre, ogni martedì, l'Azienda per il turismo val di Fiemme, Pinè e Cembra propone questa novità wellness che in Giappone viene utilizzata per migliorare l’umore, la pressione sanguigna e le capacità cognitive.

 

Il “bagno nelle foreste” è particolarmente efficace tra gli abeti rossi adulti e in luoghi di assoluto silenzio. La Magnifica Comunità ha identificato 4 percorsi nei dintorni di Solaiolo (Carano) che rispondono ai numerosi requisiti necessari per praticare il "Forest Bathing": il Percorso dell’acqua, il Percorso dei patriarchi, il Percorso del laghetto effimero e il Percorso del bosco dinamico. I quattro sentieri sono collegati tra loro e sono segnalati con il simbolo di una spirale rossa.

 

E' obbligatoria la prenotazione (Qui info) e il costo è di 30 euro a persona, 20 euro con la Fiemme Piné Cembra Guest Card. A questa camminata del benessere partecipa solo chi ha compiuto 16 anni. Il numero massimo di un gruppo è di 12 persone. Si trascorrono tre ore in compagnia di una guida specializzata, ricevendo stimoli semplici e delicati. Lasciandosi guidare dai sensi e dal respiro, ci si riconnette a se stessi e alla natura.

 

"Come dimostrato da numerosi studi scientifici - spiega l'Azienda per il turismo Fiemme, Pinè e Cembra - nelle foreste il sistema immunitario è stimolato: la presenza nell’aria di sostanza benefiche prodotte dalle piante, l'atmosfera di pace e serenità e lo stretto contatto con diversi elementi della natura permettono di rilassarsi, di migliorare la pressione sanguigna, di curare stress, stati di ansia e depressione, di aumentare la concentrazione, la creatività e l’empatia. Il Forest Bathing è una nuova necessità che attrae sempre più praticanti".

 

La Magnifica Comunità di Fiemme, già custode di una tradizione quasi millenaria nella gestione sostenibile delle risorse naturale, ha avviato questo percorso perché è consapevole delle grandi potenzialità terapeutiche  dei boschi. La val di Fiemme, infatti, è una meta ideale per il "Forest Bathing" grazie alle sue foreste di abeti rossi. Nei prossimi anni saranno identificati altri percorsi benessere, fra alberi secolari e biodiversità vegetali, capaci di rilassare la mente e depurare il corpo dalle tossine.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 luglio - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 luglio - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 luglio - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato