Contenuto sponsorizzato

E' morto Franco Oppici, storico gestore del ristorante Forst

Una persona molto conosciuta a Trento, città in cui si era trasferito alla fine degli anni '50 da Cremona, precisamente da Casalmaggiore. E proprio a Trento, dopo una lunga gavetta, ottenne la gestione della Forst che portò avanti fino a pochi anni fa, fino al tempo della pensione

Pubblicato il - 29 dicembre 2017 - 11:05

TRENTO. Abitava a Fraveggio, era in pensione e aveva 79 anni, è morto mercoledì sera per un malore improvviso.  Franco Oppici è stato per lungo tempo gestore del ristorante Forst di Trento, per 46 anni, iniziando la sua lunga carriera nella ristorazione come cameriere.

 

Una persona molto conosciuta a Trento, città in cui si era trasferito alla fine degli anni '50 da Cremona, precisamente da Casalmaggiore. E proprio a Trento, dopo una lunga gavetta, ottenne la gestione della Forst che portò avanti fino a pochi anni fa, fino al tempo della pensione. 

 

Spesso raccontava dei tanti famosi che avevano varcato le soglie del suo locale, dai sessantottini agli attori che passavano dal Teatro Santa Chiara. Cavaliere della Repubblica, Maestro del Commercio, la sua vita dedicata lavoro ottenne molte onorificenze

 

I funerali saranno celebrati oggi alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Fraveggio. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 10:49

Il presidente della Lega trentina attacca Governo “politici che fanno schifo” e sindacati “parassiti”. L’unico che si salva è Fugatti “che con coraggio e senso di responsabilità corregge il dogma di Conte dalle braghe onte”. La replica di Grosselli: “Un commento? Non serve. Bastano i dati dell’epidemia e la curva stimata qualora le misure non dovessero risultare efficaci”

28 ottobre - 11:55

Tovaglie e stoviglie stese a terra per una manifestazione ordinata e silenziosa: “Vogliamo ribadire con chiarezza che il settore dei pubblici esercizi e della ristorazione sta soffrendo in modo pesantissimo le limitazioni imposte dalla normativa anti-covid”

28 ottobre - 11:00

Il 39enne gambiano è stato fermato in Piazza Dante mentre consegnava della marijuana a un cittadino italiano, anche lui bloccato dagli agenti. Poi, però, in questura è scoppiato il parapiglia. Ecco cosa è successo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato