Contenuto sponsorizzato

Oltre duecento stalli per le biciclette all'area ex Zuffo, in parte saranno coperti e tutti videosorvegliati

Il costo complessivo dell'intervento è di 100 mila euro, l'inizio dei lavori è previsto in primavera. Questo tassello si aggiunge al completamento della pista ciclopedonale di collegamento tra il parcheggio, via Druso, via Fratelli Fontana e via Vannetti

Di Luca Andreazza - 28 novembre 2017 - 13:25

TRENTO. "L'intermodalità è un punto cardine del piano cittadino e questo intervento modesto dal punto di vista economico, è fondamentale nel disegno complessivo della mobilità di Trento per incentivare l'utilizzo di mezzi alternativi alla vettura", spiega l'assessore Italo Gilmozzi a proposito del nuovo parcheggio per le biciclette all'area ex Zuffo, che si aggiunge a quelli già operativi alla stazione e in via della Saluga. 

 

Il costo complessivo dell'intervento è di 100 mila euro, mentre l'inizio dei lavori è previsto per la prossima primavera e termine entro i 90 giorni successivi.

 

Un tassello che si aggiunge al completamento della pista ciclopedonale di collegamento tra il parcheggio area ex Zuffo, via Druso, via Fratelli Fontana e via Vannetti, cioè tra il più grande parcheggio di attestamento del capoluogo e il centro città.

 

"Dopo questa opera - aggiunge l'assessore - è sorta la necessità di  realizzare un nuovo ciclo–parcheggio di interscambio auto-bicicletta al fine di favorire la mobilità sostenibile con la conseguente riduzione del traffico veicolare sulle strade del capoluogo. L’iniziativa è indirizzata in maniera particolare ai pendolari che si recano quotidianamente in città per lavoro".

L'area individuata per la collocazione della nuova infrastruttura si trova all'estremità sud del piazzale ex Zuffo, in prossimità del Doss Trento, di proprietà del Comune. Questa area è chiusa a nord dalla nuova pista ciclopedonale proveniente dalla Vela e diretta in centro città, a sud da via Dos Trento, ad est da un’area privata e a ovest dal piazzale di attestamento dei mezzi pubblici diretti in centro città.

 

"Il progetto - dice Leopoldo Franzoi, capoufficio della Progettazione e direzione lavori del servizio attività edilizie del Comune - prevede innanzitutto la regolarizzazione dell’area riducendo i parcheggi da 50 a 35. Si prevede quindi di portare questa area alla medesima quota della ciclabile innalzandola leggermente, ma anche di predisporre una rete per illuminazione e dati, oltre alla realizzazione di una nuova rete di raccolta acque meteoriche".

 

Nell'area così definita si ricaveranno 244 stalli per biciclette, dodici dei quali saranno postazioni 'e–motion' per bici elettriche; sedici 'in–centro' e 216 postazioni per le biciclette private, queste ultime eventualmente raddoppiabili mediante sollevatori meccanici. Gli stalli saranno serviti da corsie di 2 metri e mezzo di larghezza, una quota dei parcheggi (l'equivalente a circa 60 stalli) sarà coperta da una tettoia, ma in futuro sarà possibile aumentare la superficie coperta fino a coprire circa 200 stalli.

 

"L’area sarà recintata per scoraggiare furti e vandalismi - aggiunge il dirigente comunale - oltre a questo è prevista a una rete di videosorveglianza, in parte già esistente. Per questa ragione è prevista una recinzione anti-scavalcamento, comunemente in uso negli impianti sportivi, alta tre metri. Per lo stazionamento delle biciclette si prevede la messa in opera di un 'cavallotto' in tubolare zincato, dove sarà possibile assicurare il telaio della bicicletta con adeguati sistemi di bloccaggio".

         

L'ingresso pedonale è previsto in corrispondenza del fronte ovest e sarà caratterizzato da pannellature colorate che lo rendono facilmente individuabile. Al ciclo-parcheggio si potrà accedere utilizzando un apposita tessera personalizzata rilasciata da Trentino Mobilità che garantisce il controllo e la gestione degli accessi. E’ previsto inoltre un ingresso carrabile per l’eventuale accesso dei mezzi di servizio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato