Contenuto sponsorizzato

Un uomo tratto in arresto per violenza sessuale aggravata a Imer, due donne di Canazei fermate con 30 grammi di marijuana

I carabinieri di Cavalese nell'ambito di una serie di controlli prima del weekend hanno compiuto anche due operazioni: una a Canazei e l'altra in esecuzione di una sentenza di carcerazione del tribunale di Roma

Pubblicato il - 02 dicembre 2017 - 12:22

CAVALESE. 30 grammi di marijuana e 5 grammi di hashish  trovati nelle abitazioni di due donne di Canazei e un uomo tratto in arresto per violenza sessuale aggravata ad Imer. Sono queste le due operazioni più importanti portate a termine dai carabinieri della compagnia di Cavalese nella giornata di ieri, primo dicembre. I militari stanno svolgendo un servizio coordinato in tutto il territorio di competenza, volto al contrasto dei reati di natura predatoria e di quelli in materia di stupefacenti, oltre che di prevenzione e controllo, in prossimità dell’imminente apertura della stagione invernale.

 

Ieri, poi, sono state impiegate tutte le pattuglie disponibili, sia delle stazioni dipendenti che del nucleo operativo e radiomobile di Cavalese che hanno eseguito il servizio nelle principali località delle Valli di Fiemme, Fassa, Cembra e del Primiero.

Durante la giornata sono stati controllati 27 veicoli e 35 persone ed elevate alcune contravvenzioni al codice della strada. Ma le operazioni più grosse, come detto, sono quelle che sono state portate a termine a Canazei e a Imer.

 

Nel primo caso, nel pomeriggio, i militari della locale stazione, unitamente a quelli dell’aliquota operativa, e ad una unità cinofila del nucleo di Laives hanno proceduto al controllo di due giovani donne del luogo, trovandole in possesso di circa 30 grammi di marijuana e 5 grammi di hashish nascosti nelle rispettive abitazioni. Entrambe venivano, quindi, segnalate al commissariato del Governo di Trento per l’uso delle predette sostanze stupefacenti.

 

A Imer, invece, in tarda serata i militari della stazione di Canal San Bovo, hanno localizzato presso l’abitazione di un parente un cittadino di nazionalità rumena, tale A.N., di 32 anni. Lo hanno tratto in arresto e portato al carcere di Spini di Gardolo, in esecuzione di un ordine di carcerazione del tribunale di Roma. L'uomo, infatti, deve  espiare la pena di 3 anni, 3 mesi e 27 giorni di reclusione comminatagli per il reato di violenza sessuale aggravata commesso a Roma nell’agosto del 2006.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 15:55

L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: la centrale Covid gestisce le agende e fornisce ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone

26 ottobre - 16:14

L’allarme lanciato da alcuni medici del Santa Chiara: Una situazione di sovraccarico lavorativo cronica, che espone a rischio di sicurezza sia i pazienti che il personale medico”. Degasperi: “Le criticità segnalate erano già state evidenziate un anno fa ma con il passare del tempo si sono acuite, perché nessuno ha fatto nulla?

26 ottobre - 20:41

Secondo Fugatti ci sono ancora “migliaia e migliaia di persone che attendono la cassa integrazione”, ma per il segretario della Cgil è vero solo in parte e soprattutto anche la Provincia è in ritardo: “Dei circa 15 milioni promessi ai lavoratori solo una minima percentuale è stata erogata”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato