Contenuto sponsorizzato

Biblioteche, premiati due stagisti del Comune di Trento

Premio Giorgio De Gregori, riconoscimento a due giovani, Marco Ciorli e Visola Gjeka, per il lavoro di ricerca portato avanti

Pubblicato il - 03 gennaio 2018 - 11:52

TRENTO. Ci sono anche Marco Ciorli e Visola Gjeka, due giovani stagisti del Comune di Trento, tra i premiati nell'edizione 2017 del premio “Giorgio De Gregori”.

La giuria ha decretato l'opera vincitrice ”Leggere prima di leggere. Albi illustrati app in età prescolare”di Leyla Vahedi ma a ricevere un riconoscimento sono stati anche Marco e Visola che hanno svolto un periodo di stage presso la Biblioteca di Trento e che hanno realizzato la ricerca “Indagine sull’utenza della biblioteca comunale [di Trento]: i cittadini stranieri”, tema di grandissima attualità per le biblioteche pubbliche su cui è apprezzabile passare dalle parole alla raccolta di dati e alla riflessione sistematica.

 

Il Premio Giorgio De Gregori, promosso dai figli Luigi e Francesco e dall’Associazione italiana biblioteche, vuole ricordare la figura di Giorgio de Gregori, scomparso nel 2003, con un riconoscimento a lavori di studio e ricerca inediti, su argomenti d’interesse per le biblioteche, che abbiano come autori giovani di età inferiore a 35 anni. La Giuria, composta per l’anno 2017 da Simonetta Buttò, Anna Galluzzi e Alberto Petrucciani, ha esaminato le opere partecipanti verificando che i concorrenti e le opere presentate avessero i requisiti richiesti dal Premio (tra i quali in particolare l’età inferiore a 35 anni, la pertinenza della tematica trattata e l’estensione minima del testo). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato