Contenuto sponsorizzato

Copia il progetto di ricerca per partecipare ad un concorso di dottorato, 31enne condannato

Il ricercatore voleva partecipare ad un concorso di dottorato alla Facoltà di Scienze cognitive. La commissione esaminatrice ha capito in pochissimo tempo che il progetto di ricerca del ragazzo era stato copiato

Pubblicato il - 31 luglio 2018 - 08:39

TRENTO. Aveva copiato il progetto di ricerca per partecipare poi ad un concorso pensando di farla franca. Così, però, non è stato per un ricercatore di 31 anni che aveva presentato il proprio progetto per il dottorato alla Facoltà di Scienze cognitive.

 

Il ragazzo è stato condannato ad un mese e 10 giorni di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali.

 

Nel partecipare al dottorato che gli interessava, il 31enne, infatti, aveva inviato alla commissione tutta la documentazione che serviva. Tra i tanti documenti anche quello principale, il progetto di ricerca. Arrivata sul tavolo dei commissari, subito si sono accorti che qualcosa non andava. Il testo presentato dal ragazzo era infatti copiato, per quasi la totalità, da altri progetti di ricerca e altre pubblicazioni scientifiche omettendone la citazione.

 

Ecco allora che non solo la commissione ha dichiarato inammissibile il lavoro dando un voto pari a zero ma l'Università ha anche segnalato la questione alle autorità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 19:59

Nel rapporto odierno la Provincia specifica che sono 6 le persone con sintomi, mentre 42 sono stati individuati mediante l'attività di contact tracing. Una quindicina di casi è legata alle indagini condotte tra i raccoglitori di frutta, mentre un numero analogo invece è collegato a contagi avvenuti in ambiti familiari. Emerge anche oggi un caso legato ai cluster della filiera alimentare

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato