Contenuto sponsorizzato

Disastro a Moena, stanziati 5 milioni di euro per i danni. Rossi: ''Il Trentino ha fatto in fretta e bene, sia nella gestione dell’emergenza che in seguito''

In meno di quattro giorni vigili del fuoco, forze dell'ordine e soccorsi sono riusciti a riportare la cittadina al suo splendore e ora, in meno di un mese, è anche stata predisposta la somma per i rimborsi. Ecco come fare le domande e le tempistiche

Pubblicato il - 01 agosto 2018 - 13:14

MOENA. I cittadini si sono rimboccati le maniche, infilati gli stivali e in pochi giorni con l'aiuto di vigili del fuoco, forze dell'ordine, tecnici della protezione civile hanno riportato Moena alla sua originaria bellezza. Oggi, a meno di un mese da quel terribile pomeriggio, è stata predisposta la cifra da mettere a disposizione per chi ha subito danni. Cinque milioni di euro stanziati con un provvedimento della giunta provinciale, proposto di concerto dal presidente Rossi e dall'assessore alla protezione civile Mellarini

 

"Possiamo proprio dire – ha sottolineato il presidente Ugo Rossi – che il Trentino ha fatto in fretta e bene, sia nella gestione dell’emergenza che in seguito. Nel giro di pochi giorni i paesi colpiti sono tornati ad essere belli e accoglienti come prima, grazie alla consueta generosità e efficienza del nostro sistema di Protezione civile. Già il 6 luglio la Giunta provinciale aveva dichiarato la sussistenza dello stato di calamità, necessaria in vista degli interventi di ripristino e ricostruzione. Ora, dopo una prima valutazione dei danni, si apre la fase degli indennizzi per ristorare chi è stato danneggiato".
 

Il 3 luglio in poche ore erano caduti oltre 130 millimetri di pioggia facendo esondare i torrenti e provocando smottamenti e frane. Un vero disastro che ha travolto Moena e che può essere riassunto in questo numero: dalla sola briglia sul rio Costalunga, per ripristinarlo, sono stati asportate circa 8 mila metri cubi di materiale detritico, un volume pari alla capienza di circa 800 camion. Da subito, però, la gente si è messa al lavoro e sul posto si sono portati soccorritori e vigili del fuoco da tutto il Trentino e anche dal vicino Veneto per un totale di 700 volontari della protezione civile. E tempo quattro giorni tutto era tornato, praticamente, alla normalità.

 

Moena è tornata la ''Fata delle Dolomiti'', grazie anche a queste persone

 

I contributi e gli indennizzi, per i cittadini e le attività economiche, determinati con valutazioni di equità, serviranno per sostenere le spese sostenute per il ripristino e la riparazione dei danni arrecati a svariate tipologie di beni e attività, quali i veicoli (autovetture, motocicli, etc,), le abitazioni e loro pertinenze (cantine, accessi, etc.), compresi gli impianti e i lavori di sgombero, gli arredi e le attrezzature principali. Per le attività economiche e di lavoro autonomo oltre ai danni fisici alle strutture, mezzi e attrezzature saranno considerati i danni economici connessi a sospensioni dell’attività superiori ai 7 giorni o riduzioni significative dei ricavi di almeno il 20% con riferimento alle gestioni pregresse o, in caso di nuove attività, al piano finanziario.

 

La presentazione delle domande per l’ottenimento dei contributi e indennizzi previsti, dovrà avvenire entro i seguenti termini:
- entro 60 giorni a decorrere dal 10 agosto per quanto riguarda i danni ai veicoli;
- entro 120 giorni a decorrere dal 10 agosto per quanto riguarda le altre tipologie di danno.

 

Le strutture organizzative della Provincia a cui vanno indirizzate le domande sono:
- il Servizio prevenzione rischi, per quanto attiene le domande sui veicoli e gli immobili adibiti ad abitazione e pertinenze;
- l’Agenzia provinciale per gli incentivi alle attività economiche (APIAE), per quanto attiene le domande sui danni alle attività economiche e di lavoro autonomo.

 

Le domande potranno essere presentate tramite gli uffici periferici della Provincia o utilizzando il mezzo postale e la posta elettronica. Entro il 9 agosto i dirigenti delle due strutture provinciali predisporranno la modulistica necessaria che sarà disponibile sul sito istituzionale della Provincia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 20:09

Per la Lega abolizione della caccia Lombardia attribuire la responsabilità (se di responsabilità si parla) dell'accaduto all'ungulato è sbagliato. Come sbagliate sono le strategie di contenimento di questi animali: ''Non a caso in oltre trent’anni di gestione del problema da parte dei cacciatori, questa specie in Italia è aumentata in maniera esponenziale''

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato