Contenuto sponsorizzato

Il bus con studenti e pendolari fa manovra, ma si schianta contro la caserma dei pompieri

E' successo a Termeno. Quattro feriti, fortunatamente non gravi, sono stati soccorsi e trasportati precauzionalmente in ospedale. Danni all'edificio, che ospita anche alcune associazioni

Pubblicato il - 27 settembre 2018 - 11:51

TERMENO. Un autobus di linea con a bordo studenti e pendolari è finito contro la caserma dei vigili del fuoco, quattro i passeggeri feriti, fortunatamente in modo non grave.

 

E' successo questa mattina a Termeno. Il bus stava effettuando una manovra in retromarcia, quando però si è schiantato, fortunatamente a bassa velocità, contro la caserma.

 

Avvertito il colpo, i pompieri sono immediatamente usciti dall'edificio per prestare i soccorsi e mettere in sicurezza l'area, mentre sul posto si sono portate anche quattro ambulanze della Croce bianca, oltre ai carabinieri per effettuare i rilievi e gli accertamenti del caso. 

Il bus fa manovra ma si schianta contro la caserma dei pompieri

 

Nell'incidente il bus ha abbattuto parte del muro e danneggiato il giroscale dell'edificio che ospita anche alcune associazioni dell'abitato di Termeno. 

 

Come anticipato, quattro passeggeri feriti in modo non grave sono stati trasportati in ospedale per precauzione

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 15:37

L’ultimo esemplare radiocollarato è una femmina, ribattezzata “Cimbra”, con la sua cattura sarà possibile acquisire dati che serviranno a evitare le predazioni sugli animali domestici. Gli esperti: “Se si vogliono trovare soluzioni ci si deve attenere ai fatti evitando il sensazionalismo. Progetto replicabile? Sì, in tutto l’arco alpino, anche nei confronti degli orsi”

01 dicembre - 15:57

Il capogruppo di Agire spiega : "Dal '78 ad oggi abbiamo avuto più di 6 milioni di aborti, ovviamente non mi permetto di giudicare, però non posso tacere sul fatto che in quei 6 milioni, non c'erano solo bambini di sesso maschile ma anche di sesso femminile. Anche in questo caso è femminicidio”

01 dicembre - 12:50

Tra le zone principali dello spaccio piazza Dante e piazza della Portela, l'operazione dei Carabinieri all'alba con le unità cinofile e gli elicotteri. Coinvolti tunisini, italiani e marocchini uniti da un modello organizzativo costituito da un vincolo gerarchico. Lo spaccio anche a Rovereto, Pergine, Riva del Garda e Arco 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato