Contenuto sponsorizzato

Legnaia in fiamme, si temeva che l'incendio potesse raggiungere le abitazioni vicine. Vigili del Fuoco al lavoro

E' successo nel Comune di Livo alle 21.30 di ieri sera. Le operazioni di spegnimento sono durate fino alle 4 di mattina - FOTO all'interno

Pubblicato il - 09 settembre 2018 - 09:48

LIVO. L'allarme è stato lanciato verso le 21.30, raccolto prontamente dai vigili del fuoco di Livo che non hanno perso un attimo. Si sono precipitati nella frazione di Varollo dove una legnaia era in fiamme. L'incendio è divampato improvvisamente e si temeva che potesse estendersi alle case vicine.

 

Tutto il Corpo si è mobilitato e una ventina di pompieri hanno cercato per prima cosa di circoscrivere le fiamme per evitare che potessero arrivare fino alle abitazioni che circondano la struttura in fiamme. In appoggio ai colleghi di Livo si sono portati sul posto anche i Corpi di Rumo e Preghena, oltre ai carabinieri della Stazione di Cles.

Domato l'incendio, il lavoro di bonifica dell'area ha impegnato una cinquantina di pompieri che hanno dovuto utilizzare gli scavatori per spostare la legna in un luogo sicuro per poi spegnere definitivamente l'incendio e abbassare le alte temperature che si erano raggiunte all'interno della legnaia. 

 

L'intervento si è concluso alle 4 della mattina e da Trento sono intervenuti anche i Permanenti con un caposquadra per effettuare un primo sopralluogo. Sopralluogo che verrà effettuato anche in tarda mattinata per verificare la situazione e iniziare a indagare sulle cause dell'innesco.

 

La legnaia è andata completamente distrutta ma per fortuna, e per la prontezza dei vigili del fuoco, nessuna abitazione è stata danneggiata. Non ci sono stati nemmeno feriti né intossicati

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 20:41

L'intervento della Pat si articola in due fasi. Critiche anche Uil e Nursing up: "Ci chiediamo dove siano finiti i finanziamenti economici aggiuntivi che la Provincia ha ricevuto in marzo e maggio dal governo di Roma per sanità e contrattazione, per non parlare poi dei 20 milioni già stanziati nelle finanziarie provinciali per il nuovo contratto del pubblico impiego 2019/2021 e poi soppressi"

25 maggio - 19:16

Ci sono 5.400 casi e 462 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 675 (315 letti da Apss e 360 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tampone a 0,15%

25 maggio - 18:12
I tamponi analizzati sono stati 675 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,15%, il dato più basso da inizio epidemia. Un positivo nelle ultime 24 ore. Il Trentino si porta complessivamente a 5.400 casi e 462 decessi da inizio emergenza coronavirus
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato