Contenuto sponsorizzato

Mardari non è morto dove è stato colpito dal tronco. I carabinieri indagano sulle tracce di sangue

Il 28enne moldavo ieri pomeriggio è stato travolto da un albero mentre era al lavoro tra i boschi di Sagron Mis. Ma al momento per nessuna ditta era un loro dipendente 

Pubblicato il - 20 novembre 2018 - 16:05

SAGRON MIS. Delle tracce di sangue hanno insospettito gli organi inquirenti e quindi il caso non è ancora chiuso. La morte di Vitali Mardari non è ancora chiarissima. Il suo corpo è stato trovato senza vita nei boschi del Primiero nel primo pomeriggio di ieri da un uomo mentre risaliva la strada forestale che da Sagron Mis, attraversa il bosco, poco lontano dal confine con il Veneto.

 

Ha notato il corpo a terra sdraiato in un luogo piuttosto difficile da raggiungere e ha chiamato il 112 pensando, inizialmente, ad un malore. E infatti nei primi momenti si era pensato proprio a questo, a una morte accidentale. In realtà, poi, all'arrivo dei sanitari e dei carabinieri si è compreso subito che la causa della morte del 28enne moldavo residente nel bellunese, che si trovava sul posto per tagliare rami ed alberi, era da far risalire a un forte trauma dovuto da un violento scontro con una pianta.

 

Che si tratti di un incidente appare praticamente certo ma non è chiaro come mai le tracce di sangue si spostino dagli alberi abbattuti, dove stava lavorando Vitali, di alcuni metri dove poi è stata trovato il corpo. Insomma Vitali non sarebbe stato colpito dall'albero nel punto dove è stato trovato riverso a terra. Le ipotesi al vaglio degli inquirenti sono due: che Vitali dopo il colpo si sia spostato di qualche metro per poi cedere o che qualcuno lo abbia spostato. Al momento nessuna ditta ha detto che Mardari si trovava in quel luogo per suo conto. Il che infittisce il mistero.

 

I carabinieri continuano le indagini

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 11:09

Nel bollettino quotidiano sulla situazione Coronavirus in provincia di Bolzano, l'azienda sanitaria comunica che ci sono stati 183 nuovi casi di positività, su un numero di tamponi effettuati piuttosto basso. L'indice contagi/tamponi rimane attorno al 18%, mentre terapie intensive e ricoveri aumentano. Nella giornata di lunedì 30 novembre entra in vigore, nel frattempo, l'ordinanza che dà avvio alle riaperture

30 novembre - 11:54

Tre veicoli sono stati protagonisti di un incidente avvenuto nella mattinata di lunedì 30 novembre a Termeno. Lungo la strada provinciale, due auto si sono scontrate frontalmente, coinvolgendo poi un'altra macchina. Una persona è rimasta incastrata ed estratta con le pinze idrauliche. Due i feriti

30 novembre - 10:14

Cambio al vertice della classifica della qualità della vita realizzata da Italia Oggi e Università La Sapienza di Roma. Una sorta di staffetta tra prima e seconda: quest'anno è Pordenone sul podio, seguita da Trento. Nella scorsa edizione le parti erano invertite

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato