Contenuto sponsorizzato

Meno negozi etnici in alcune zone di Trento e più controlli. In Comune arriva l'interrogazione a firma Lega e Pd

L'interrogazione è stata presenta dai consiglieri Gianni Festini Brosa (lega) e Michele Brugnara (Pd) ed è frutto delle istanze dei cittadini presentate nel corso dell'ultima assemblea dell'associazione Rinascita di Torre Vanga 

Di gf - 30 aprile 2018 - 00:36

TRENTO. Una maggiore presenza delle forze dell'ordine con passaggi più frequenti ma anche una diversificazione dei negozi presenti alla Portela evitando una concentrazione di quelli etnici e soprattutto una programmazione di iniziative sociali e culturali che possano in qualche modo rendere più viva l'area di Santa Maria Maggiore.

 

Sono questi alcuni dei punti salienti che si possono desume da una interrogazione presentata in Comune a Trento da Partito Democratico e Lega, nello specifico dal consigliere Michele Brugnara assieme al consigliere Gianni Festini Brosa.

 

Un atto bipartisan, insomma, condiviso con i rispettivi capigruppo e che vuole far tornare l'attenzione dell'intera amministrazione sul malessere vissuto dai cittadini in aree della città non nuove a questo genere di situazioni.

 

L'interrogazione arriva a seguito della riunione che si è tenuta una settimana fa dell'Associazione Rinascita Torre Vanga e che ha evidenziato diverse criticità legate al degrado e alla mancanza di sicurezza per i cittadini.

 

“Io e il consigliere Gianni Festini Brosa – spiega il consigliere Brugnara – eravamo presenti a questa riunione e i membri dell'associazione ci hanno invitato a farci carico, in modo bipartisan, dei disagi che sono stati sollevati. Non deve stupire che in una interrogazione ci sia la firma assieme di un consigliere della Lega e uno del Pd. Io sono convinto che la sicurezza non sia di destra o di sinistra ma trasversale”.

 

L'interrogazione chiede alla sindaco e alla giunta in merito al lavoro fatto dalle unità speciali antidegrado del corpo di polizia locale di Trento – Monte Bondone ed entro quando la Pat finanzierà la possibilità di assumere a tempo indeterminato dei vigili. Tra i diversi punti viene chiesto anche quali siano le azioni che il sindaco e il comandante della polizia locale intendano adottare per avere un controllo più costante di alcune zone della città e il rispetto delle ordinanze sindacali.

 

 

 

“Purtroppo – spiega Brugnara – non avremmo fatto questo domande se ci fosse stata un'azione incisiva che però è mancata e che riguarda perlopiù le forze dell'ordine e il comitato per l'ordine pubblico”.

 

Nel 2017 il consiglio comunale di Trento, in tema di sicurezza, ha approvato un documento frutto del lavoro di un tavolo bipartisan al cui interno erano previste moltissime delle azioni sulle quali oggi Pd e Lega interrogano. Interventi che spesso sono però rimasti solo sulla carta o che non hanno però portato i benefici sperati.

 

“Piazza Santa Maria Maggiore – continua il consigliere comunale del Pd – è un salotto della città. Mancano però iniziative per rendere viva questa zona. Era stato ipotizzato un programma ma non si è più sentito nulla. C'è del disagio e noi abbiamo il compito di ascoltare i cittadini”.

 

Accanto alle attività culturali e sociali con le realtà del territorio si chiede poi anche un controllo itinerante delle forze dell'ordine che “non sono le ronde” spiega Michele Brugnara ma “una presenza degli agenti che possano tenere sott'occhio in maniera continuativa, in diverse fasce orarie, le zone che si sanno essere più problematica”.

 

“Negli interventi per risolvere le varie problematiche serve maggiore incisività – ha concluso Michele Brugnara – ed è compito di tutti i consiglieri indipendentemente dalla parte politica di cui fanno parte, cercare di essere la voce dei cittadini in Consiglio comunale”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato