Contenuto sponsorizzato

Muore il gatto e il proprietario inizia a insultare l'allevatrice sul web. Ora dovrà rispondere di diffamazione

Il 35enne di fuori provincia ha iniziato a insultare l'allevatrice su Facebook. Il gatto è morto dopo aver contratto una peritonite infettiva felina

Pubblicato il - 12 dicembre 2018 - 10:38

TRENTO. Aveva acquistato in Trentino un micio di razza Devon Rex da un allevamento specializzato. Dopo un mese, però, l'animale si è ammalato ed è morto. Il proprietario ha iniziato a prendersela con l'allevamento trentino utilizzando anche i social.

Protagonista della vicenda è un 35enne di fuori provincia che ora dovrà rispondere dell'accusa di diffamazione davanti al giudice.

 

La vicenda è iniziata lo scorso anno quando l'uomo si è affidato ad un allevamento felino trentino molto conosciuto anche a livello nazionale e attento alle regole sanitarie. Il gattino, di razza Devon Rex, è stato pagato circa 900 euro con tanto di firma di contratto. A distanza di qualche tempo, però, il micio si è ammalato di peritonite infettiva felina ed è successivamente morto.

 

Il proprietario, insoddisfatto della situazione, ha iniziato a contattare il venditore del gatto su diverse piattaforme a partire da Facebook e WhatsApp scrivendo accuse infamanti e dirette che anche sulla pagina facebook. La titolare, vista la situazione, ha deciso di rivolgersi ad un avvocato. L'uomo ora dovrà rispondere di diffamazione in tribunale.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato